Cronaca

Via libera agli spostamenti tra Santa Sofia e Pratovecchio-Stia

Il riconoscimento degli spostamenti tra i due Comuni ha il pregio di superare il problema degli “sconfinamenti” involontari

Daniele Valbonesi e Nicolò Caleri, rispettivamente sindaco del comune di Santa Sofia e di Pratovecchio-Stia (Arezzo), hanno stabilito di concedere la possibilità di effetuare spostamenti da parte dei cittadini residenti nei rispettivi comuni all’interno del territorio degli stessi, seppur appartenenti in regioni diverse, a norma delle ordinanze regionali del Presidente della Regione Emilia-Romagna n. 82 del 17.05.2020 e del Presidente della Regione Toscana numero 57 del 17 magio

Nell’attesa che Province e Regioni adottino provvedimenti simili, estendendo tale possibilità a territori più ampi, i due sindaci hanno ritenuto opportuno permettere spostamenti tra i comuni confinanti, alla luce del fatto che "tra i cittadini dei nostri Comuni situati tra la Provincia di Forlì-Cesena nella Regione Emilia Romagna, e la Provincia di Arezzo nella Regione Toscana, sussistono stretti rapporti di parentela e vicinanza, che riteniamo fondanti per spostamenti tra i due territori, anche alla luce delle recenti misure adottate dal Governo e dalle regioni per la cosiddetta Fase 2".
 
Peraltro, il riconoscimento degli spostamenti tra i due Comuni ha il pregio di superare il problema degli “sconfinamenti” involontari, ma anche necessari, nell’ambito della fruizione dei territori boschivi e naturali all’interno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, in cui si compenetrano, finendo per “confondersi” fisiologicamente in una rete di sentieri e piste forestali, con il rischio per i nostri cittadini di trovarsi in buona fede “oltre confine”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera agli spostamenti tra Santa Sofia e Pratovecchio-Stia

ForlìToday è in caricamento