menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Via libera agli stanziamenti nazionali per il diritto allo studio

La conferenza stato-regioni riunitasi a Roma ha infatti dato parere favorevole allo schema di decreto per la ripartizione dei fondi nazionali per le borse di studio 2012

UdU Parma, Udu Modena, UdU Ferrara, UdU Forlì e SdU Bologna esprimono grande soddisfazione per l’importante obiettivo raggiunto per la salvaguardia del diritto allo studio nella nostra regione. La conferenza stato-regioni riunitasi a Roma ha infatti dato parere favorevole allo schema di decreto per la ripartizione dei fondi nazionali per le borse di studio 2012, assegnando all'Emilia-Romagna circa 20 milioni di euro.

"Un risultato fondamentale che consentirà in tempi brevi di erogare le borse di studio a tutti gli aventi diritto nella nostra regione, in quanto come già annunciato dalle nostre proiezioni sui criteri di ripartizione, i fondi in arrivo sono più che sufficienti a raggiungere la copertura del 100% - evidenzia il sindacato degli universitari -. Si tratta tuttavia di un dato più che isolato a livello nazionale, in quanto la nostra regione sarà una delle poche a raggiungere l'obiettivo del pagamento della borsa a tutti gli studenti idonei grazie soprattutto ai fondi stanziati dal consiglio regionale e all'impegno dell'assessore all'università Patrizio Bianchi".

Continua l'Udu: "Rimane inoltre l’assurdità della situazione, che ha portato oltre 3000 studenti che basano le loro possibilità di studio sulle borse di studio a rimanere per oltre un mese senza i soldi che gli spettavano di diritto nonostante i fondi necessari all’erogazione fossero già accantonati a livello ministeriale. Non è possibile che siano necessarie le denunce degli studenti sulla stampa, le interrogazioni ministeriali e negli organi studenteschi per garantire un diritto costituzionale agli studenti, non rispettato per semplici rallentamenti burocratici".

"Per questo i nostri rappresentanti nazionali si muoveranno fin da subito per evitare il ripetersi di questa problematica, richiedendo di inserire nella nuova legislazione sul diritto allo studio termini molto più stringenti sulle tempistiche relative all’erogazione dei fondi ministeriali per le borse di studio", conclude il sindacato degli universitari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento