rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

Via libera all'irrigazione straordinaria, Wwf critica la decisione della Regione

Per l'ambientalista la richiesta degli agricoltori "è non solo immorale (vedi Enciclica Papale Laudato Si), ma anche inutile"

Il presidente del Wwf Forlì-Cesena, Alberto Conti, esprime una critica sulla decisione della Regione Emilia Romagna di consentire, in via straordinaria, di effettuare prelievi di acqua per affrontare i problemi generati dalla siccità per diverse colture. Per l'ambientalista la richiesta degli agricoltori "è non solo immorale (vedi Enciclica Papale Laudato Si), ma anche inutile, dato che gli agricoltori nel giro di pochi giorni danno il colpo di grazia ai nostri corsi d’acqua prosciugandoli (il costo dell’acqua, a metro cubo, è per loro irrisorio )e rimanendo anche loro comunque senza acqua. Perché questa affermazione sia più chiara si vedano le immagini allegate che mostrano il contesto in cui le pompe vengono fatte funzionare e le conseguenze di totale crisi idrica dei nostri fiumi". Conclude Conti: "La Regione è perfettamente consapevole che gli agricoltori non sono solo vittime ma anche artefici di questa sciagurata situazione. Basta vedere la corposa letteratura, anche regionale, in merito in cui vengono elencate soluzioni di tipo tecnico, agronomico, economico e strutturale  alternative allo spreco d’acqua che la Regione una volta di più consente a danno dell’ambiente, contraddicendo i propri “principi ecologici”".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via libera all'irrigazione straordinaria, Wwf critica la decisione della Regione

ForlìToday è in caricamento