menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viale Bolognesi, i Verdi presentano un progetto alternativo

La proposta dei Verdi, consegnata venerdì alla segreteria del Sindaco, si propone l'obiettivo - spiega una nota del partito - "pur con un budget ridotto, di prevedere la sistemazione di viale Bolognesi"

Per viale Bolognesi arriva un progetto alternativo. Mentre un cantiere è già all'opera, dopo le infuocate polemiche di quest'estate sul taglio degli alberi, plana in Comune una proposta operativa dei Verdi. La proposta dei Verdi, consegnata venerdì alla segreteria del Sindaco, accompagnata da una lettera, si propone l’obiettivo - spiega una nota del partito - “pur con un budget ridotto, di prevedere la sistemazione di viale Bolognesi attraverso interventi per ridurre la velocità dei mezzi motorizzati, per aumentare la sicurezza, per migliorare la vivibilità, per assicurare un collegamento ciclabile protetto fino a via Decio Raggi, dove sono le scuole superiori”.

In base al progetto la sezione della parte rotabile della carreggiata viene ristretta a 2 corsie di m.3,25, vi sono su entrambi i lati della strada due file di parcheggi con aiuolette per gli alberi ogni 2 posti auto, disegnate in modo da favorire l’accesso agli stalli, con una pista ciclabile bidirezionale che congiunge piazzale della Vittoria con il plesso scolastico e la zona della piscina.

La larghezza dei marciapiedi è variabile in funzione dell’andamento della attuale sede stradale ma non scende mai sotto i m.1,50. Solo in un tratto marciapiede e pista ciclabile sono in sede promiscua per un a minore ampiezza della sede stradale.

La pista ciclabile è posta nel lato destro della strada procedendo verso viale Risorgimento e accanto ad essa è stato prevista un’altra fila di alberi per evitare che la strada abbia un aspetto disomogeneo. La realizzazione della pista e di una nuova fila di parcheggi consente agevolmente di superare l’asserita presenza di una fognatura spostando le aiuole per gli alberi più verso il centro della strada.

A distanze regolari alcuni stalli di parcheggio vengono sostituiti dall’allargamento del marciapiede e ciò consente di mettere una siepe a protezione verso la carreggiata e di porre nell’area recuperata delle panchine e degli altri elementi di arredo.

“Questo contributo che offriamo alla città – hanno dichiarato i Verdi - non è certamente il primo, una lunga lista di proposte avanzate al Sindaco ha contrassegnato gli ultimi quattro anni e mezzo della nostra attività politica. Purtroppo l’ascolto è stato del tutto inesistente, soprattutto da parte dei componenti di giunta, che ci sono apparsi del tutto privi della capacità di confronto sia politico sia di merito. Ma noi Verdi non perdiamo la fiducia, intendiamo con costanza e pervicacia dare il nostro contributo perché Forlì migliori”.

“Per questo abbiamo fatto un progetto molto semplice che cerca di recuperare un ambiente urbano assai malamente considerato da un Comune che sulle questioni più vitali riguardanti l’assetto urbano, il traffico, la mobilità, la vivibilità, non pare in grado di mettersi al passo delle esigenze dei cittadini fornendo un nostro serio contributo ad una amministrazione che abbiamo appoggiato ma che si è rivelata sorda e incapace di dialogo”.

“Gli sciagurati interventi di abbattimento di questa estate derivano da un progetto assai approssimativo e fondato su motivazioni prive di qualsiasi fondamento e, senza modificare la situazione del viale, si concretizza in uno spreco di denaro pubblico attraverso la semplice sostituzione di una specie arborea con un’altra ritenuta “più consona””.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Forlì Airport spicca il volo": il Rotary Club incontra lo staff del Ridolfi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento