"Vias Animae - Le strade ritrovate", al via i lavori a Santa Sofia: nuova area camper e riqualificazione del Parco della Resistenza

Si tratta, spiega il sindaco Daniele Valbonesi, "di un intervento tanto atteso per il comune di Santa Sofia e per tutto il territorio"

Giovedì sono stati "consegnati" i lavori del progetto "Vias Animae - Le strade ritrovate", un intervento tanto atteso per il comune di Santa Sofia e per tutto il territorio, in quanto prevede la realizzazione di interventi legati al settore turistico nei comuni di Santa Sofia, Premilcuore e Bagno di Romagna, oltre che nel territorio del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna. Si tratta, spiega il sindaco Daniele Valbonesi, "di un intervento tanto atteso per il comune di Santa Sofia e per tutto il territorio. E' prevista una nuova area camper attrezzata a San Martino di Corniolo (173417,12 euro), la riqualificazione dell'ingresso alla frazione di Camposonaldo e del borgo dei Calci (125003,27 euro), le opere di riqualificazione del parco della Resistenza (172631,33 euro) e la riqualificazione dell'area servizio Camper ubicata nel Piazzale Karl Marx di Santa Sofia (30500 euro)".

"Dopo il progetto, la ricerca dei finanziamenti e la procedura di gara, iniziano i lavori di un progetto di grande importanza per il nostro comune - comunica il primo cittadino -. Consentirà di avere un patrimonio più curato e attraente e servizi migliori per chi vorrà visitare i nostri territori". “Finalmente, dopo la presentazione del progetto, la partecipazione al bando POR FESR 2014-2020 ASSE 5 della Regione Emilia Romagna e la procedura di gara, iniziano i lavori sul circuito “Vias Animae”, che a nostro parere riveste grande importanza per il nostro comune - continua Valbonesi -. L'iter è partito diversi mesi fa e, a fine lavori, ci consentirà di avere un patrimonio più curato e attraente e di offrire servizi migliori per chi vorrà visitare i nostri territori.”
 
I lavori avranno un importo totale di 539822,12 euro, per un totale generale di 761332,63 euro, finanziato per 513450,29 euro dalla Regione Emilia Romagna Asse 5 POR FESR, per 75mila euro dal Parco Nazionale delle Foreste casentinesi monte Falterona e Campigna, per 80mila euro dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, per 18509,10 euro da altri enti per attività di coordinamento, mentre il Comune di Santa Sofia investirà 74333,25 euro di fondi propri.
 
I lavori, della durata prevista di 180 giorni, saranno seguiti dalla Responsabile Unica del Procedimento Cinzia Fantini, mentre la direzione sarà affidata al Raggruppamento Temporaneo di Imprese Studio Associato Locatelli; Architetto Carlo Lazzari e Architetto Elvira Laura Bandini. Le ditte esecutrici Rti Zambelli srl e Ppg di Mengozzi Marzio & c. effettueranno per prima cosa gli interventi nell'ex area campo sportivo di Corniolo e, parallelamente, eseguiranno anche gli interventi di carattere forestale nel parco della Resistenza, a partire già dalle prossime settimane. Successivamente, e in particolare con l'inizio della primavera e del bel tempo, si proseguirà a pieno regime con gli interventi a Camposonaldo e nel piazzale Karl Marx. 

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento