menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Videomapping e luminarie da 200mila euro, la polemica: "Sostegno allo shopping". Il Pd: "Schiaffo alla miseria"

“Amministrazione comunale di manica larga nello spendere in luminarie e addobbi natalizi, mentre il buon senso e la situazione attuale imporrebbero l'inverso”: è la critica che arriva da Jacopo Zanotti

“Amministrazione comunale di manica larga nello spendere in luminarie e addobbi natalizi, mentre il buon senso e la situazione attuale imporrebbero l'inverso”: è la critica che arriva da Jacopo Zanotti, consigliere comunale del Partito Democratico che bolla il comune come “Comune spendaccione in pratiche che non portano benefici alla comunità” nella spesa per le luminarie natalizie di strade, piazze e campanili. Il commento arriva a margine di un question time discusso lunedì pomeriggio in Consiglio comunale. Domanda Zanotti: “Se lo scorso anno le alte spese per il Natale erano giustificate sull'una tantum per l'acquisto di beni durevoli, perché quest'anno ci ritroviamo costi identici?”. E attacca: “Con che faccia manteniamo inalterata questa spesa?”.  “Uno schiaffo alla miseria”, conclude il dem.

L'assessore al Centro Storico Andrea Cintorino, invece, ha difeso il provvedimento, spiegandolo nei costi: “E' vero che sarà un Natale particolare, ma ci è stato chiesto dalle associazioni di categoria” un allestimento “luminoso e che dia speranza”. Cintorino spiega di aver trovato sponsor per 94mila euro di sostegni, “soggetti che hanno creduto nel progetto di quest'anno e dell'anno scorso”. I costi? il bando per il Natale da 196mila euro piu iva è stato aggiudicato per 130mila euro, con un ribasso del 27%. Ci sono poi 84mila euro iva inclusa per il progetto di videomapping, “che lo scorso anno ha portato a Forlì grande riscontro, quest'anno ci sarà un'altra facciata coinvolta e non solo il campanile”, conclude Cintorino.

Per Zanotti, invece, sarebbe stato meglio potenziare i buoni spesa per i cittadini in difficoltà a causa del Covid. Alla sua sollecitazione, tramite question time, ha risposto l'assessore al Welfare Rosaria Tassinari, indicando le cifre allocate per i buoni spesa: “Sono stati stanziati 300mila euro, in aggiunta a quelli dello scorso mese marzo di altri 350mila euro, risorse comunali che anticipano i fondi promessi dal governo Conte. Il progetto dei buoni spesa è stato infine rifinanziato con ulteriori 200mila euro”.

Nel dibattito ha difeso le luminarie il consigliere Lauro Biondi (Forza Italia): “Non credo che all'iper Puntadiferro si contengano le luminarie. Ci dobbiamo rivolgere allo shopping in centro in una città buia e lugubre?”. Così anche Davide Minutillo (Fratelli d'Italia): “Solo se infondiamo coraggio e speranza nei cittadini riusciamo a passare questo delibero delicato”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Rassodare il seno: gli esercizi push up da fare a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento