menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sulle donne: giovedì un corso per operatori socio-sanitari

La violenza sulle donne è un problema di grande attualità, e, a livello sanitario, presenta importanti ricadute economiche

Una giornata per offrire agli operatori sociali e sanitari gli strumenti per individuare e riconoscere precocemente gli episodi di violenza sulle donne. E’ questo l’obiettivo del convegno in programma giovedì mattina, dalle 8.30 alle 14, nel salone comunale di Forlì. L’iniziativa costituisce il secondo appuntamento del ciclo di incontri promosso dalle quattro Aziende di Area Vasta Romagna (Cesena, Forlì, Ravenna, Rimini) su “Violenza sulle donne e Salute di Comunità”; in totale sono previsti quattro meeting, ciascuno dedicato a un diverso aspetto del problema.

Nella giornata di Forlì, dal titolo “Conoscere il Rischio”, si cercherà di fornire agli operatori sociali e sanitari elementi di conoscenza e strumenti  affinché riescano a individuare il fenomeno quando ancora è sotto traccia e intervenire, così,  prima che la donna manifesti in modo esplicito il proprio bisogno d’aiuto. I lavori saranno aperti da Maria Maltoni, assessore Pari Opportunità Comune di Forlì, mentre il dott. Lucio Boattini, direttore Distretto Ausl Forlì, introdurrà il corso di formazione

Il primo convegno, andato in scena a Cesena e caratterizzato da una grande partecipazione, aveva preso in esame il tema del “Bisogno”, cercando di migliorare la conoscenza del fenomeno e definire modalità di intervento per contrastarlo una volta che viene alla luce. I prossimi due appuntamenti sono, invece, in programma il 21 febbraio a Rimini, con un focus sul “Danno”, per sottolineare come la violenza contro le donne sia un potente fattore di rischio per la salute e richieda, pertanto, un approccio integrato da parte di strutture aziendali e società civile, e il 20 marzo a Ravenna, dove si parlerà di “Futuro” e si ragionerà sulle più recenti esperienze in materia, come interventi nei confronti degli uomini maltrattanti.

La violenza sulle donne, d’altronde, è un problema di grande attualità, e, a livello sanitario, presenta importanti ricadute economiche. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità costituisce un’emergenza di sanità pubblica di proporzioni epidemiche, coinvolgendo, in tutto il mondo, il 30% della popolazione femminile. Per questo, le quattro Aziende di Area Vasta Romagna hanno promosso un corso ad hoc, dal titolo “Violenza sulle donne e Salute di Comunità”. L’iniziativa vuole, infatti, essere un’occasione per confrontarsi e condividere programmi di intervento unitari sui territori, chiamando in causa tutti i soggetti a vario titolo interessati nell’azione di contrasto al fenomeno. L’obiettivo ultimo è promuovere il benessere nella comunità e creare una rete di servizi omogenea e in grado di sostenere e supportare le donne vittime di violenza, valorizzando il patrimonio di esperienza maturato nei singoli comprensori.

Gli incontri sono stati organizzati dal Gruppo di Lavoro di Area Vasta Romagna composto da Marisa Bianchin, Direttore del Distretto di Lugo-Ausl di Ravenna, Lucio Boattini, Direttore del Distretto Ausl di Forlì, Antonella Brunelli, Direttore del Distretto Rubicone-Ausl di Cesena, Patrizia Picchetti, della direzione del Distretto Ausl di Forlì, Mara Maffia Russo, responsabile del progetto Dafne contro la violenza alle donne dell’Ausl di Rimini, e Germana Nuti, referente Area Disabili e Consultorio Familiare dell’Ausl di Cesena.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento