menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dalla cena al violento gioco erotico: legata e abusata da coniugi

Una 38enne di nazionalità ucraina ed un 58enne, residenti a Forlì, sono stati arrestati dai militari di Ronco

Per una coppia coniugi è arrivata la condanna definitiva della suprema Corte di Cassazione. Una 38enne di nazionalità ucraina ed un 58enne, residenti a Forlì, sono stati arrestati dai Carabinieri di Ronco poichè devono scontare rispettivamente 7 anni e 4 mesi e 3 anni e 7 mesi poiché riconosciuti colpevoli del reato di violenza sessuale di gruppo commessa nella città mercuriale nel 2007. Per entrambi si sono aperte le porte del carcere di Forlì.

Le indagini

L'iter processuale ha chiuso una lunga attività investigativa della Squadra Mobile di Forlì. I fatti denunciati risalgono al 2008 e 2007, ma le indagini sono state condotte solo nel 2010 a seguito di una segnalazione pervenuta in questura. Una giovane ragazza italiana, all’epoca dei fatti 23enne ed in cerca di lavoro, rispondendo ad un annuncio di offerta di lavoro come donna delle pulizie, era entrato in contatto con un imprenditore locale che, oltre ad assumerla per l'incarico, le aveva chiesto di svolgere anche la mansione di babysitter per i suoi due figli minori.

La violenza

Dopo circa 15 giorni dall’incarico la giovane ragazza era stata invitata ad una cena a casa dell’imprenditore dove, alla presenza anche della moglie di quest’ultimo, la ragazza si ritrovò vittima di un gioco erotico da parte dei due coniugi. Una volta legata al letto abusarono sessualmente della stessa. La ragazza in stato di shock riuscì ad abbandonare l’appartamento e solo dopo 3 anni dall’accaduto trovò il coraggio di denunciare il tutto anche, grazie alla terapia psicologia a cui si era sottoposta per l’elaborazione del trauma.

Il precedente

Contestualmente gli agenti della Squadra Mobile, dopo aver accertato i predetti fatti, analizzarono altre denunce soffermandosi su un episodio analogo accaduto l’anno prima a Forlì. L’intuito degli investigatori trovò immediato riscontro; tant’e’ che venne ascoltata in questura un’altra ragazza di origini rumene addescata sempre dalla stessa coppia attraverso le modalita di annunci lavoro come domestica. In quest’ultimo caso la coppia aveva abusato sessualmente della ragazza mentre si trovava all’interno del loro garage mentre stava effettuando dei lavori in casa. Il 9 febbraio è stata emessa la condanna definitiva. I Carabinieri hanno eseguito il provvedimento dell'autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento