Covid-19, via libera ai parenti nelle case di riposo. Alla Zangheri installati i termoscanner: "Seguite le disposizioni della Regione"

La casa di riposo "Pietro Zangheri" di Forlì, informa Valgimigli, "ha sempre seguito le disposizioni, in particolare emanate dalla Regione, competente a regolamentare i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari"

Riprendono le visite agli ospiti nelle Case residenza per anziani (Cra). Lo si potrà fare in Emilia-Romagna dal prossimo lunedì sulla base della nuova ordinanza firmata venerdì dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che contiene le linee guida con le misure da osservare per garantire la sicurezza delle persone, utenti e lavoratori. Una bella notizia per i familiari degli anziani ospiti, che non hanno un contatto ravvicinato con i propri cari dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

Alla casa di riposo "Pietro Zangheri", informa la direttrice Annalisa Valgimigli, sono stati già installati i termoscanner necessari anche per le visite dei familiari in sicurezza. Comunica Valgimigli: "Nonostante siano apparsi diversi articoli sulla stampa locale in cui si evidenziano carenze nel rispetto delle disposizioni nazionali, regionali e dell’Ausl territoriale, che non ci appartengono, la casa di riposo "Pietro Zangheri" di Forlì, ha sempre seguito le disposizioni, in particolare emanate dalla Regione, competente a regolamentare i servizi socio-assistenziali e socio-sanitari".

Dopo l'informativa della Regione, contenenti le line guida per l'accesso di visitatori ed oepratori esteri alle strutture residenziali per anziani e disabili, aggiorna Valgimigli, "si è già provveduto ad avvertire i familiari con un sms. Al più presto invieremo indicazioni per le visite nel rispetto delle disposizioni regionali. La comunicazione è, altresì, stata inserita nel sito dell’ente (www.residenzapietrozangheri.it).

Le disposizioni regionali

Per quanto riguarda le strutture sociosanitarie per anziani non autosufficienti e i centri socioriabilitativi residenziali per persone con disabilità, le linee guida regionali prevedono ingressi limitati e scaglionati, visite su appuntamento e con una durata indicativa di trenta minuti. Se possibile, le visite dovranno essere limitate a un solo familiare, che all'ingresso sarà sottoposto alla misurazione della temperatura.

E ancora, al momento della prenotazione ai visitatori verrà fatto un colloquio telefonico sul rischio Covid-19, e non potranno accedere alla struttura coloro che nella valutazione abbiano evidenziato sintomi compatibili con il virus o siano stati esposti a rischio di contrarre l’infezione. Le visite saranno comunque autorizzate dopo il parere favorevole dei responsabili delle strutture. Dovranno inoltre essere individuate aree dedicate agli incontri optando preferibilmente per spazi esterni. Non è ammesso l'accesso di familiari e parenti agli spazi di degenza, come le camere da letto, tranne in casi particolari e su autorizzazione della direzione sanitaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il protocollo stabilisce anche le regole per l’accesso alle strutture del personale esterno, come fornitori e addetti alla manutenzione, che sarà comunque consentito solo per attività strettamente necessarie ed inderogabili, e potrà essere preso a riferimento, con gli opportuni adeguamenti, anche da altre tipologie di accoglienza, come le case di riposo, le comunità alloggio per anziani o le piccole comunità di tipo familiare (case-famiglia e gruppi appartamento).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Giovani e coronavirus, Vicini: "La perdita di gusto e olfatto non va sottovalutata. Serve consapevolezza"

  • Grande Fratello, fisico scolpito per Denis Dosio: sette mesi tra dieta e allenamenti, "Ammetto che è tosta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento