rotate-mobile
La sciagura

La sciagura aerea di Roma: tra le vittime anche il pilota che aveva volato a Forlì nel corso di "Cultura Aeronautica"

Il maggiore Meneghello avrebbe compiuto 46 anni il prossimo 18 agosto. Nato a Legnago (in provincia di Verona), era arrivato in Aeronautica nel 1999 a seguito del 119simo corso Allievo ufficiale pilota di complemento

Sono il tenente colonnello Giuseppe Cipriano e il maggiore Marco Meneghello le vittime della sciagura aerea avvenuta martedì mattina a Collefiorito, frazione di Guidonia, comune nella periferia est di Roma. Proprio con il maggiore Meneghello ForlìToday aveva volato in occasione della presentazione del corso di "Cultura Aeronautica", rivolto agli studenti delle scuole superiori di Forlì, svoltosi alcune settimane fa. 

VIDEO - Che cos'è il Corso di Cultura Aeronautica: la spiegazione

VIDEO - Il sorvolo su Forlì con una formazione a diamante

Il maggiore Meneghello avrebbe compiuto 46 anni il prossimo 18 agosto. Nato a Legnago (in provincia di Verona), era arrivati in Aeronautica nel 1999 a seguito del 119simo corso Allievo ufficiale pilota di complemento. Era pilota istruttore abilitato sui velivoli U208A, Aliante G103, con le sue 2.600 ore di volo effettuate anche in operazioni fuori dai confini nazionali. Il tenente colonnello Cipriano aveva compiuto 48 anni il 5 febbraio scorso. Era nato a Taranto ed era entrato in aeronautica nel 1996 dopo aver frequentato il 117simo corso Allievo ufficiale pilota di complemento. Cipriano era pilota istruttore sui velivoli U208A, Aliante G103, MB339-CD, con alle spalle 6mila ore di volo.

Il sorvolo su Forlì a bordo di un aereo dell'Aeronautica Militare

Dalla parlamentare Rosaria Tassinari, che aveva partecipato al volo inaugurale del corso a Forlì, il messaggio di "profondo cordoglio e vicinanza ai familiari" delle vittime. "Una tragedia terribile che mi riempie di dolore e tristezza", conclude. Anche il presidente di F.A., Giuseppe Silvestrini, insieme a tutti i dipendenti e collaboratori della Società di gestione aeroportuale del Luigi Ridolfi esprime il suo cordoglio per la prematura scomparsa del tenente colonnello Cipriano e del maggiore Meneghello: "Un fatto inimmaginabile che ci provoca dolore per la modalità che ha portato alla prematura scomparsa sia del tenente Cipriano sia del maggior Meneghello che recentemente avevamo avuto nostro ospite in occasione del Corso di Cultura Aeronautica tenutosi proprio qui a Forlì", ha commentato Andrea Stefano Gilardi, Business Aviation Director di F.A., che assicura "troveremo il modo per ricordare adeguatamente il valore dei due piloti".

L'OMAGGIO DI FORLITODAY - Il video, uno degli ultimi voli del maggiore Marco Meneghello

L'indagine

La dinamica dell'incidente nel quale hanno perso la vita il tenente colonnello Cipriano ed il maggiore Meneghello "è in fase di accertamento", come viene riportato da RomaToday. Sull'accaduto la forza armata "avvierà già nelle prossime ore un'inchiesta di sicurezza del volo", si legge in una nota dell'aeronautica che sottolinea come la notizia è "stata comunicata alle famiglie dei due ufficiali", alle quali il capo di stato maggiore dell'aeronautica, generale Luca Goretti, a nome dell'intera Forza armata, "si stringe in un profondo segno di vicinanza e cordoglio".

La sciagura aerea - La notizia riportata da RomaToday

Lo scontro tra i due velivoli è avvenuto a pochi chilometri dall'aeroporto militare di Guidonia, nell'ambito di una missione addestrativa pre-pianificata. Sul posto, insieme a vigili del fuoco e forze dell'ordine, sono intervenute immediatamente squadre di soccorso e team di specialisti dell'aeronautica militare che stanno continuando ad operare per mettere in sicurezza e circoscrivere le aree dell'impatto. Sul caso anche la procura di Tivoli ha aperto un fascicolo.

Il gesto eroico

I magistrati di Tivoli indagano per disastro aereo colposo. Un procedimento contro ignoti "non essendovi al momento ragioni per individuare possibili indizi di responsabilità nei confronti di persone". La procura ha sottolineato anche come una manovra abbia evitato una strage: "Pur essendo in corso i doverosi accertamenti, dalle prime ricostruzioni è ragionevole ipotizzare che il velivolo caduto nella strada di un centro abitato sia stato li direzionato dal pilota per recare il minor danno possibile a cose e persone, tanto che i danni sono stati limitatissimi. Diversamente, una precipitazione sugli edifici ai lati della strada avrebbe causato numerose vittime", spiega in una nota il procuratore di Tivoli, Francesco Menditto.

Le principali notizie del 7 marzo

Video, la tracimazione della diga di Ridracoli in diretta

Aerei militari precipitano tra le case a Roma, un modello similare aveva volato a Forlì

Continuano i lavori di valorizzazione di Piazzale della Vittoria

In questura una nuova stanza per l'ascolto protetto delle vittime di violenza

A giugno chiude un'altra banca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sciagura aerea di Roma: tra le vittime anche il pilota che aveva volato a Forlì nel corso di "Cultura Aeronautica"

ForlìToday è in caricamento