menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volontari junior nel Parco nazionale delle Foreste Casentinesi

Una settimana che ricorderanno a lungo, probabilmente per tutta la vita, immersi nella natura delle Foreste Casentinesi, e da protagonisti. Una settimana di cui probabilmente racconteranno orgogliosi ai loro compagni di classe, al rientro a scuola

Una settimana che ricorderanno a lungo, probabilmente per tutta la vita, immersi nella natura delle Foreste Casentinesi, e da protagonisti. Una settimana di cui probabilmente racconteranno orgogliosi ai loro compagni di classe, al rientro a scuola. Un’emozione in ogni caso, per chi ogni giorno lavora e collabora con il Parco, vederli indossare felici e curiosi le larghe casacche gialle, inseparabili nonostante che ai più piccoli di loro arrivino giù fino alle ginocchia, perché pensate e realizzate per quei volontari adulti, studenti, pensionati o semplici appassionati provenienti da ogni parte d’Italia, che da ormai tre anni si susseguono ad aiutare l’area protetta.

Si tratta dei bambini che hanno partecipato a un turno speciale di volontariato, dedicato alle famiglie: due diversi e numerosi gruppi di genitori e figli, provenienti rispettivamente da Cesena e Roma, e di stanza nelle foresterie di Corniolo e Montanino, che parallelamente hanno perlustrato in lungo e in largo i due versanti del Parco nazionale, fino ad incontrarsi nel suggestivo scenario di San Paolo in Alpe.
Un percorso di educazione ambientale snodatosi nell’arco dei sette giorni tra momenti educativi e formativi e altri di svago, e un piccolo ma importantissimo aiuto nella pulizia dei sentieri e delle strutture: dal giardino botanico di Valbonella, fresco di trentennale, fino agli anelli intorno alla Verna, passando dai sentieri natura di Camaldoli, Campigna, Fiumicello; e ancora da Ridracoli e la foresta della Lama, attraverso il Passo della Calla e i Prati della Burraia, per concludere su fino alla vetta del Monte Falco.

Alcune mamme, a fine turno, hanno anche lasciato scritta una lettera, che recita, tra le altre cose: “…per aver potuto comprendere e apprezzare il fascino indiscutibile di questo territorio, noi volontari uscenti dal più piccolo al più grande, talmente felici dell’esperienza trascorsa, ci impegniamo a diffondere il rispetto per l’ambiente, la conoscenza del Parco, la gioia di sapere che il lupo c’è anche se non lo vediamo, e ci auguriamo di poter ripetere questa esperienza anche il prossimo anno…”

Un’esperienza nuova, quella per grandi e piccini, che per quest’anno ha visto in calendario un solo turno, ma che, anche grazie ai suggerimenti degli stessi partecipanti, si spera possa svilupparsi ulteriormente e diventare un punto fermo nella programmazione annuale delle attività, come ha dichiarato il neo Presidente dell’ente Parco Luca Santini, ben felice di riscontrare la soddisfazione e la laboriosità dei partecipanti, un ottimo esempio di sinergia tra cittadini e istituzioni. Il programma di volontariato nel Parco prosegue intanto a vele spiegate con ben tre turni estivi “ordinari”: dall’1 al 15 luglio, dal 5 al 18 agosto e infine dal 19 agosto all’1 settembre. Per maggiori informazioni l’indirizzo mail da contattare è volontariato@parcoforestecasentinesi.it; in alternativa si può visitare l’apposita sezione della pagina web https://foreste.casentinesi.forumfree.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento