menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vuole finire di fumare e tiene il bus bloccato, poi rifiuta la mascherina a bordo: denunciato passeggero

Fermandosi tra le porte, ha costretto l’autista a rimanere in sosta e tenerle aperte intanto che lui continuava a fumare, procurando un ritardo nella partenza di qualche minuto.

La Polizia di Stato ha denunciato per il reato di interruzione di pubblico servizio un giovane marocchino, residente in provincia di Ravenna, in a causa del suo comportamento mercoledì sera a bordo di un autobus di linea di Start Romagna. Nel corso dell’intervento la Polizia lo ha inoltre sanzionato per la violazione amministrativa prevista dalle disposizioni governative anti-covid, staccando un verbale di 400 euro. La Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale della Questura è intervenuta poco dopo le 19 in seguito alla richiesta di Start Romagna, a causa di un autista in difficoltà con un passeggero.

Quando la Polizia è sopraggiunta ha trovato il bus fermo e il conducente che stava discutendo con uno straniero di nazionalità marocchina di 27 anni. Il motivo della discussione consisteva nel comportamento del ragazzo: al momento di salire l'utente aveva chiesto al conducente se poteva trattenere il bus il tempo necessario affinchè finisse di fumare. Ricevuto un fermo diniego, è salito a bordo, fermandosi tra le porte così da costringere l’autista a rimanere in sosta e tenerle aperte intanto che lui continuava a fumare, procurando un ritardo nella partenza di qualche minuto.

Una volta ripartita la corsa, è iniziata una discussione a causa del fatto che rifiutava di tenere indossata la mascherina, e ad un certo punto il giovane straniero si è avvicinato minacciosamente all’autista tanto che si è dovuto fermare per chiedere soccorso alla Polizia. Anche di fronte ai poliziotti il soggetto ha rifiutato di mantenere le cautele necessarie per la prevenzione del contagio da Covid, pertanto gli agenti lo hanno sanzionato con la multa da 400 euro prevista dalle disposizioni governative. Inoltre, dopo avere fatto ripartire il bus, che a causa della vicenda ha maturato più di mezzora di ritardo, gli agenti lo hanno denunciato per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Fitness

Rassodare il seno: gli esercizi push up da fare a casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento