rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Economia

Aeroporti, "guerra" nei cieli: Airiminum fa reclamo a Enac contro Halcombe

Leonardo Corbucci, amministratore unico di Airiminum, ha reso noto come la società sia "molto contrariata dall'atteggiamento tenuto dai gestori dell'aeroporto di Ancona e di quello di Forli'" per cui "lunedi' inviera' un reclamo ufficiale direttamente a Enac".

E' ufficiale la sfida nei cieli tra Rimini e Forlì. Leonardo Corbucci, amministratore unico di Airiminum, ha reso noto come la società sia "molto contrariata dall'atteggiamento tenuto dai gestori dell'aeroporto di Ancona e di quello di Forli'" per cui "lunedi' inviera' un reclamo ufficiale direttamente a Enac". La societa' di gestione del Fellini, spiega Corbucci, ha incaricato i suoi legali "di far valere i diritti di Airiminum 2014 nei confronti della societa' Aerdorica dopo aver preso atto della e-mail della signora Testasecca Angela (che si qualifica Commercial aviation department Aerdorica) la quale probabilmente ritiene che una sana concorrenza vada effettuata attraverso la diffusione di notizie false e ingiuriose".

A mandare su tutte le furie Corbucci e' stata una mail inviata da Aerdorica a Finnair, compagnia aerea finaldese in cui si dice che il Fellini e' ancora chiuso e non si sa quando riaprira'; che ci sono vari problemi ancora da risolvere tra cui il mancato versamento di tutto il capitale sociale, un contezioso legale in corso sull'assegnazione della gestione dello scalo e il fatto che il ministero dei Trasporti non ha ancora dato tutti i nulla osta.

L'aeroporto di Ancona e' a soli 80 chiliometri da quello di Rimini, e anche con questa sottolineature Aerdorica invita i finalandesi a sedersi a un tavolo nelle Marche per pianificare accordi commerciali. Corbucci non ci sta. Ma questo e' solo uno dei due fronti che si apre. L'altro e' con Forli'.Infatti, al tempo stesso, "stiamo valutando se ci siano gli estremi per agire nel confronti del signor Halcombe di Air Romagna - aggiunge l'amministratore unico di Airiminum - dopo aver letto le sue dichiarazioni (poi ritirate o smentite, non e' chiaro) circa fantomatici favoritismi dell'ex ministro Lupi e di Enac a favore di Airiminum 2014. A suo dire, gli stessi avrebbero riservato un trattamento diverso alla sua societa' nel corso del processo di certificazione".

Ad Halcombe, che si appresta a far ridecollare il Ridolfi, continua Corbucci come un fiume in piena, "facciamo presente che se Airiminum e' stata 10 volte piu' veloce di Air Romagna e' perche' ha investito nel gruppo di lavoro della certificazione probabilmente risorse economiche e umane 10 volte piu' grandi ricorrendo a professionisti di altissimo livello a cominciare dallo studio legale Nctm (con oltre 250 professionisti, di cui 54 soci e sei sedi a Milano, Roma, Verona, Londra, Bruxelles e Shanghai) che sta anche assistendo Airiminum nelle cause legali gia' avviate e l'assistera' in quelle che saranno avviate nei prossimi giorni nei confronti di chi ha recato danni evidenti ad un gruppo di investitori che fin da luglio 2014 hanno creduto che e' possibile sviluppare un progetto ambizioso anche a Rimini. Quest'ultima cosa, in effetti, non era 'un atto dovuto'", conclude il patron di Airiminum.

(fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporti, "guerra" nei cieli: Airiminum fa reclamo a Enac contro Halcombe

ForlìToday è in caricamento