menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Abolizione dell'Imu e Service tax, Comune in rivolta: "Come copriranno l'ammanco?"

E' caos per l'abolizione dell'Imu prima casa nei Comuni, che ormai hanno approvato i bilanci considerandola come entrata. L'assessore Emanuela Briccolani, non condivide in alcun modo la scelta fatta dal governo

E' caos per l'abolizione dell'Imu prima casa nei Comuni, che ormai hanno approvato i bilanci considerandola come entrata. L'assessore al Bilancio del Comune di Forlì, Emanuela Briccolani, sentita da Forlitoday, non condivide in alcun modo la scelta fatta dal governo, definendo la sinistra “Troppo accondiscendente”. E comunque al posto dell'Imu, arriverà nel 2014, per tutti, la Service tax o Taser, una tassa sui servizi “che andrà ad inglobare la Tares (tassa sui rifiuti)”, spiega Briccolani. Insomma non ci si capisce più nulla.

In Comune sono in attesa di informazioni dettagliate su cosa aspettarsi per coprire il buco della prima rata dell'Imu non incassata a giugno. “Il primo problema che si pone – spiega l'assessore - è sapere con chiarezza cosa ci rimborsano della prima rata non pagata. Noi abbiamo calcolato l'entrata sull'aliquota del 5,5%  per la prima casa, per potere mantenere il 9,8% per la seconda e per il settore produttivo. Ma a questo punto il bilancio è fatto. Mi fa specie – afferma Briccolani - che L'Anci sia d'accordo. E mi chiedo anche a noi Comuni cosa resta, se la tassa sui fabbricati industriali (trasformata dall'Ici), che andava allo Stato, continueranno a tenerla a Roma”.

L'assessore è preoccupato: “La fretta non aiuta nessuno, e , a mio parere, nel 2013, con una situazione così precaria, tutto doveva rimanere com'era. Per esperienza vediamo che le situazioni affrettate, nel passato, hanno portato al Governo Monti, che ha dovuto fare tutto quello che non era stato fatto. Mi trovo d'accordo proprio con l'ex premier che sostiene che questa azione in questo momento è un suicidio”

Per quanto riguarda la Service tax, che verrà pagata da tutti, si tratta di “una nuova imposta sui servizi che la sinistra non avrebbe dovuto accettare. - sostiene Briccolani, che traccia un quadro di come questa Taser si abbatterà sui cittadini - andrà a colpire sia gli inquilini sia i proprietari. Ma una casa quante volte pagherà le tasse? I proprietari pagheranno l'Imu seconda casa, e gli inquilini la tassa di servizio, come tutti, perchè usufruiscono di una abitazione”.

Inoltre, conclude, “sono contraria a fare rientrare la Tares all'interno di un'imposta a livello nazionale. In questo modo non c'è più correlazione tra qualità del servizio e costo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento