menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accesso al credito: "Urgente una sinergia tra banche e imprese"

L'evidente difficoltà di imprese e famiglie, in relazione all'accesso al credito, ha spinto Camera di Commercio e Provincia di Forlì-Cesena a incontrare i rappresentanti degli istituti di credito

L’evidente difficoltà di imprese e famiglie, in relazione all’accesso al credito, ha spinto Camera di Commercio e Provincia di Forlì-Cesena a incontrare i rappresentanti degli istituti di credito, delle associazioni di categoria e dei confidi operanti a livello locale, per individuare insieme soluzioni che consentano la tenuta e il consolidamento della struttura imprenditoriale e l‘avvio di una nuova fase di crescita. L’incontro è stata l’occasione, inoltre, per illustrare gli interventi dei due Enti a favore dell’acceso al credito delle imprese e delle famiglie per l’anno 2012, anche alla luce dei danni arrecati dalle recenti, abbondantissime nevicate.

Dall’esame della situazione è emerso che fino alla prima fase di questa crisi le banche hanno finanziato con molte risorse il sistema economico locale, ora però nuovi parametri di riferimento impongono maggiore cautela nella concessione di prestiti. Vanno cercate, adesso, soluzioni urgenti, in una sorta di intesa vera e propria fra sistema bancario e imprenditoriale, che eviti prospettive drammatiche – in tempi stretti e in particolare per le tante micro imprese della provincia - e nel quale l’assunzione del rischio sia un investimento nel futuro, in grado di superare la sfiducia trasversale che tende a caratterizzare, nella complessità e nell’incertezza che stiamo vivendo, le relazioni e i sistemi.

“A fronte della situazione che stiamo vivendo, ritengo necessario – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – che si attui una sinergia tra banche e imprese, nella consapevolezza che l’operatività degli uni e degli altri, è strettamente interconnessa. Ci adopereremo perché si collabori concretamente e si mettano in movimento le energie e le risorse migliori, non solo per la “tenuta” nell’immediato, ma anche per una rinnovata competitività che permetta una nuova fase di sviluppo diffuso“.

Durante l’incontro, cogliendo l’occasione di questa rinnovata fase di confronto fra attori diversi, Denis Merloni, Assessore provinciale al Lavoro e alla Formazione, ha ricordato i contenuti dei protocolli sottoscritti dalla Provincia di Forlì-Cesena nell'aprile 2009 per il sostegno al reddito dei lavoratori in CIG Ordinaria, CIG Straordinaria o in mobilità, nella consapevolezza che l'utilizzo degli ammortizzatori sociali continua e, con ogni probabilità, continuerà ad essere molto elevato a causa del perdurare della crisi. Nel 2010 e 2011 questi Protocolli sono stati rinnovati fra l'Amministrazione Provinciale e gli Istituti di Credito interessati, ora verranno ripresi i contatti per giungere a nuovi, utili  accordi.

Da ultimo, la conferma da parte della Camera di Commercio, dell’impegno anche per l’anno 2012, volto a favorire l’accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese: da quest’anno sono messi a disposizione del sistema 1,3 milioni di euro, che tramite gli organismi collettivi di garanzia saranno impiegati in operazioni di garanzia (almeno per il 50%) ed in contribuzioni in conto interessi. Almeno la metà di tali risorse sarà così destinata ad interventi di integrazione del fondo rischi delle cooperative di garanzia per raggiungere un’adeguata copertura patrimoniale rispetto alla garanzie prestate alle imprese. Le risorse potranno inoltre essere destinate alla contribuzione in conto interessi su finanziamenti accesi dalle micro, piccole e medie imprese della provincia per avviare investimenti di natura innovativa, produttiva e organizzativa ed operazioni di start-up o di trasmissione di impresa, di consolidamento del debito, di capitalizzazione, aggregazione e non ultime le spese di ripristino e ricostruzione degli stabilimenti danneggiati dalle recenti nevicate.

Per il comparto agricolo, è operativo uno specifico disciplinare legato alle operazioni rientranti fra le tipologie ammesse dalla L.R. 43/1997, modificata dalla L.R. 17/2006, che ammettono la contribuzione in conto interessi per investimenti aziendali e per avversità atmosferiche. Sono anche agevolabili con risorse della Camera di Commercio anche i prestiti di conduzione e l’acquisto di terreni ad uso agricolo. Inoltre, per rispondere alle esigenze di liquidità aziendale, sia ordinaria che straordinaria, è operativo, da gennaio 2009 al 31.12.2013, un fondo straordinario in favore delle imprese della provincia per interventi in co-garanzia sul credito a breve/medio termine ed operazioni di postergazione fino a 12 mesi attivati con i consorzi fidi e cooperative di garanzia. Il fondo ammonta ad euro 500.000. Infine, per rispondere alla necessità delle imprese di smobilizzare in tempi rapidi i crediti vantati verso enti locali in ritardo nei pagamenti a causa dei vincoli del Patto di Stabilità, l’Ente è disponibile a finanziare ed a svolgere il ruolo di coordinamento e di gestione delle risorse per l’abbattimento degli oneri finanziari sostenuti dalle imprese per operazioni di cessione pro-soluto agli intermediari finanziari.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento