menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, è liquidazione. Incontro cruciale con Enac

Giornata campale per la sorte dell'aeroporto Ridolfi, dopo la notizia di mercoledì sulla decisione di Sab di non procedere con la società unica degli aeroporti

Giornata campale per la sorte dell'aeroporto Ridolfi, dopo la notizia di mercoledì sulla decisione di Sab di non procedere con la società unica degli aeroporti. Fuori dai cancelli ad attendere i soci di Seaf c'erano i lavoratori, che hanno fischiato il presidente della Provincia, Massimo Bulbi e l'assessore Maurizio Castagnoli. All'arrivo di Balzani, oltre ai fischi il grido “Dimissioni”.Filippo Pieri, segretario della Cisl Forlì-Cesena, appena uscito dall'incontro conferma: “I soci sono per la liquidazione”.



Al termine dell'assemblea dei soci, che sarà riconvocata per il 14 maggio, sono stati chiamati a partecipare anche i rappresentanti dei sindacati e dei lavoratori. E' proprio Pieri, che insieme ai suoi colleghi ha partecipato alla riunione, a dare le prime notizie non positive sul risultato del vertice. “Ora siamo fuori a parlare con i lavoratori, che certamente si aspettavano un finale diverso”. Sono 50 circa di dipendenti Seaf a rischio.

Alla fine è stato diramato un comunicato ufficiale. dove i soci "prendendo atto delle decisioni di Sab e valutando l'attuale contesto normativo che regola le partecipazioni pubbliche e l'annunciato Piano del Governo sulla razionalizzazione degli aeroporti, ritengono inevitabile studiare l'opportunità dell'avvio delle procedure per la messa in liquidazione della società".

Gli sforzi fatti vengono sottolineati nella nota: "In questi mesi abbiamo messo in campo ogni possibile sforzo per garantire la funzionalità dello scalo e rilanciare il ruolo della Società in condizioni molto difficili ma convinti di dover salvaguardare una importante infrastruttura del territorio e della comunità non solo locale". Il sostegno è verso i lavoratori: "In questo momento di particolare difficoltà e delicatezza vogliamo ribadire il nostro totale impegno per salvaguardare i lavoratori di Seaf".

Venerdì il sindaco incontra Enac, che ha la proprietà esclusiva del sedime aeroportuale, ricorda Balzani. "Ad essa, dunque, spetta la decisione finale di cosa farne. La messa in liquidazione di Seaf riguarda solamente l'attuale società di gestione dello scalo. Enac, per esempio, potrebbe anche decidere di rimettere a bando la gestione del Ridolfi". Il sindaco parla poi di "vittoria del municipalismo, che considero il male peggiore del nostro Paese. Noi abbiamo cercato di contrastarlo non ponendo mai condizioni, ma altri hanno agito diversamente".


, che dovrà dare il suo parere. Spiega Pieri "Noi abbiamo chiesto per lunedì un incontro con Regione, Provincia e Comune, al quale parteciperemo insieme ai rappresentanti sindacali regionali. Anche l'assessore Peri ha detto che si aspettava un finale diverso, avendo intrapreso tutti percorsi possibili per mettere la Sab in condizioni irripetibili per la fusione con Forlì”. Pare proprio che la strada sia delineata. Liquidazione. Una strada che Marco Di Maio, segretario Pd forlivese, definisce come "una sconfitta per l'intero sistema regionale".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento