Economia

Aeroporto, i lavoratori: "Più impegno per la ricollocazione. Subito il bando"

Lunedì si è tenuta l'assemblea di tutti i lavoratori di tutte le aziende del sito aeroportuale forlivese. In tale occasione i sindacati hanno informato i lavoratori in merito ai risultati dell'incontro tenutosi in Regione

Lunedì si è tenuta l’assemblea di tutti i lavoratori di tutte le aziende del sito aeroportuale forlivese, convocata da Cgil, Cisl e Uil di Forlì. In tale occasione i sindacati hanno informato i lavoratori in merito ai risultati dell’incontro tenutosi in Regione il 3 dicembre, alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, Alfredo Peri, del sindaco di Forlì, Roberto Balzani, del vicepresidente della Provincia di Forlì – Cesena, Guglielmo Russo, e dell’assessore al Welfare della Provincia di Forlì–Cesena Denis Merloni.

L'incontro ha avuto per oggetto la ricollocazione dei lavoratori e il rilancio dell’aeroporto, alla luce di ciò che è emerso dall’incontro a Roma presso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, nel quale è stata decisa l'apertura di un nuovo bando per la privatizzazione dello scalo. L’Assemblea dei lavoratori, unitamente ai sindacati, di fronte al quadro rappresentato, chiede con forza di dare piena attuazione al contenuto del verbale di incontro dello scorso maggio, sottoscritto in Regione da tutte le Istituzioni coinvolte (Regione, Provincia, Comune Forlì, Camera di Commercio Forlì-Cesena) e da Cgil, Cisl e Uil di Forlì, in particolare sull’impegno di ricollocazione dei lavoratori e sul rilancio dell’aeroporto Ridolfi.

Infatti in merito alla ricollocazione dei lavoratori, nonostante qualche timida risposta, l’assemblea chiede un impegno concreto che corrisponda effettivamente a quanto contenuto nell’accordo. Così come, in merito al futuro del sedime aeroportuale di Forlì, al fine di garantire che l’infrastruttura sia utilizzata per attività legate al trasporto merci e commerciali, e per attività integrative all’aviazione e di supporto al Polo Tecnologico Aeronautico, l’assembla chiede ad ENAC la pubblicazione in tempi rapidi del nuovo bando europeo, quale strumento utile per verificare concretamente se le manifestazioni di interesse da parte di due investitori esteri corrispondano effettivamente alla volontà di investire sullo scalo forlivese.

Infine l’assemblea dei lavoratori, di fronte allo scenario preoccupante che si sta delineando anche in altri aeroporti (vedi Rimini), chiede agli interlocutori Istituzionali di valutare l’opportunità di rilanciare l’idea di un sistema aeroportuale in cui non vi sia più competizione tra territori, ma si privilegi la capacità di integrarsi e di agire in sinergia, cioè di mettersi in rete. “Se ad oggi tutto ciò non si è realizzato è anche per la timidezza politica di alcune Istituzioni”, concludono i sindacati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, i lavoratori: "Più impegno per la ricollocazione. Subito il bando"

ForlìToday è in caricamento