menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto, ore decisive per Seaf: si aspetta la chiamata di Bologna

Ultimi giorni di trattative per trovare una soluzione sul futuro dell'aeroporto di Forlì: si spera nell'accordo con la Sab di Bologna come unica possibilità di salvezza dopo l'indisponibilità di Rimini

Dentro l'uovo di Pasqua ci saranno novità per l'aeroporto di Forlì. Non è ancora chiaro se saranno positive o negative, ma certamente ci sarà qualcosa di nuovo. Sono giorni e ore, infatti, cruciali per il futuro dello scalo forlivese, che sta aspettando una risposta da parte della Sab, la società di gestione dell'aeroporto di Bologna, circa una reale ed effettivo interesse ad acquisire il "Ridolfi".

I termini della possibile operazione sono vincolati all'ossigeno rimasto nei polmoni finanziari di Seaf (società di gestione dell'aeroporto di Forlì), ormai ridotto all'osso per effetto del deficit accumulato negli anni (benché drasticamente ridotto dall'attuale management) e dell'attività aeroportuale ormai ridotta all'osso.


D'altra parte Rimini e la sua società di gestione, Aeradria, hanno già fatto sapere che di fatto l'interesse ad una società unica tra Forlì e Rimini non c'è più e dunque per Seaf l'unica ancora di salvezza rimasta sembra essere quella bolognese. Nelle prossime ore è atteso un pronunciamento da parte della dirigenza di Sab (il cui socio di maggioranza è la Camera di commercio di Bologna).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento