menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aeroporto sul filo del rasoio, slitta la decisione di Bologna

Il termine del 30 aprile non è più valido per decidere del futuro dell'aeroporto. Si slitta ai primi di maggio, per forza, perchè fino a che Bologna non dice la sua, nessuno si muove

Il termine del 30 aprile non è più valido per decidere del futuro dell'aeroporto. Si slitta ai primi di maggio, per forza, perchè fino a che Bologna non dice la sua, nessuno si muove. Le carte sono ancora in mano ad Armando Brunini, direttore generale di Sab. Dopo che il sindaco, Roberto Balzani, ha comunicato martedì, in consiglio, che l'assessore Peri aveva  confermato l'assemblea dei soci del Marconi per il 2 maggio, arriva la smentita proprio dalla Sab, che escludono la possibilità di un incontro prima dei prossimi 10 giorni.

Per cui ci sarà ancora da soffrire prima di sapere la sorte del Ridolfi. Balzani aveva previsto di arrivare al punto nel consiglio comunale del 7 maggio. Ma non si sa se entro quella data si avranno notizie o meno. La situazione sembra sempre più intricata: Bologna sta esaminando i documenti da mesi e ancora non si sente in grado di prendere una decisione. Non sembra decisamente un buon segno.

Insomma la tanto attesa data del 30 aprile per decidere se lo scalo forlivese sarebbe sopravvissuto grazie alla società con Bologna e Rimini o sarebbe stato destinato alla liquidazione non ha più valore. Si continua ad aspettare il verdetto di Sab.

 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento