Economia

Nasce 'Agrinsieme Romagna': un nuovo modello di rappresentanza agricola

Il coordinamento di Agrinsieme Romagna è previsto a rotazione tra le diverse componenti e, per il primo periodo, il coordinatore sarà Danilo Misirocchi

Nasce 'Agrinsieme Romagna' in base ad un accordo interassociativo che è stato sottoscritto da cinque organizzazioni: Cia di Forlì-Cesena, di Ravenna e di Rimini; Confagricoltura Forlì-Cesena/Rimini e Ravenna; Confcooperative di Forlì-Cesena, di Ravenna e di Rimini; Agci di Forlì-Cesena/Rimini e di Ravenna/Ferrara; Legacoop Romagna. Le imprese e le cooperative agricole di Cia, Confagricoltura e delle centrali cooperative-settore agroalimentare (Agrital Agci, Fedagri Confcooperative e Legacoop Agroalimentare) si aggregano in un sistema di rappresentanza unico per interfacciarsi con la politica e agli altri interlocutori del mondo economico e sociale acquisendo un maggior peso e per portare avanti programmi e strategie comuni.

Il coordinamento di Agrinsieme Romagna  è previsto a rotazione tra le diverse componenti e, per il primo periodo, il coordinatore sarà Danilo Misirocchi. Fra gli obiettivi principali di 'Agrinsieme Romagna' rientrano le politiche di rafforzamento dell'impresa per rafforzare l'aggregazione in strutture economiche fortemente orientate al mercato; il rilancio della ricerca e delle politiche di supporto al trasferimento dell'innovazione; la sistematica azione di semplificazione burocratica; le politiche di corretta gestione delle risorse naturali.

«Agrinsieme costituisce un momento di discontinuità rispetto alle logiche della frammentazione che troppo spesso hanno caratterizzato la storia del mondo agricolo nel secolo scorso – affermano i presidenti delle cinque organizzazioni – Si tratta di un'entità che interpreta un nuovo modello di rappresentanza. Agrinsieme integra storie e patrimoni di valori che non vengono annullati, ma esaltati in una strategia unitaria fortemente orientata al futuro».

Il settore agricolo e agroalimentare della Romagna - per la nostra regione e per l'Italia - è un elemento centrale della struttura economica ed occupazionale, nonché culturale, e rappresenta una garanzia per la tutela del territorio e dell'ecosistema. Sono oltre 8.800 le aziende agricole e cooperative; 137.500 gli ettari di territorio romagnolo; un valore aggiunto di oltre 6 miliardi di Euro, con una dimensione economica dell'agribusiness di oltre 12 miliardi di Euro; oltre 60 mila unità di lavoro impiegate in agricoltura e nei settori a monte e a valle di tale attività produttiva. Rappresentano il 37% del sistema cooperativo nazionale nonché ¼ del valore aggiunto del settore agricolo e di quello dell'industria alimentare nazionale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce 'Agrinsieme Romagna': un nuovo modello di rappresentanza agricola

ForlìToday è in caricamento