menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al via il progetto "Distretti sul web" di Google e Unioncamere

Diffondere la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione dei distretti industriali italiani: questo è l’obiettivo dell’iniziativa promossa da Google e Unioncamere, col patrocinio del Ministero per lo Sviluppo Economico

Diffondere la cultura dell’innovazione e favorire la digitalizzazione dei distretti industriali italiani: questo è l’obiettivo dell’iniziativa promossa da Google e Unioncamere, col patrocinio del Ministero per lo Sviluppo Economico. 20 i distretti strategicamente selezionati in base al loro potenziale di crescita. Per l’Emilia-Romagna la scelta è caduta sul distretto del Mobile Imbottito di Forlì-Cesena e su quello Ceramico di Sassuolo.

Il progetto nasce dalla consapevolezza che l'economia digitale rappresenta una opportunità concreta di crescita e creazione di occupazione per l'Italia, in grado di aprire nuovi sbocchi e sostenere le esportazioni. Il binomio Internet - Export può costituire un elemento ad altissimo potenziale per l'intero sistema-paese, infatti numerosi studi hanno evidenziato come le aziende attive su Internet fatturino, assumano ed esportino di più di quelle “offline”: le PMI attive in rete hanno registrato una crescita media dell’1,2% dei ricavi negli ultimi tre anni, rispetto a un calo del 4,5% di quelle offline e un’incidenza di vendite all’estero del 15% rispetto al 4% delle imprese non presenti in rete (fonte: www.fattoreinternet.it).

Con questa iniziativa, completamente gratuita, si vuole sensibilizzare e formare le PMI riguardo alle opportunità offerte dal web, mettendo a disposizione le competenze di 20 borsisti selezionati. Maria Antonietta Rutigliano, con laurea magistrale in Relazioni Internazionali all’Università di Bologna, è la referente operativa del progetto presso la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, disponibile ad affiancare le imprese nel processo di informatizzazione.

Molteplici gli obiettivi, tra i quali promuovere la conoscenza e la diffusione di tecnologie digitali; mostrare come il fattore Internet stia rivoluzionando l’economia Italiana, attuando delle possibili risposte alla crisi economica; incentivare la collaborazione inter ed intra territoriale dei soggetti coinvolti; migliorare l’accesso delle PMI ai mercati internazionali; dare il via ad un proficuo scambio di competenze tra la piccola imprenditoria tradizionale del distretto e i giovani del territorio di riferimento.

La fase operativa si articola in due macro-strategie. La prima è relativa alla "Formazione ed orientamento": per le PMI che non possiedono competenze e/o conoscenze digitali - volta ad introdurre elementi di alfabetizzazione concettuale e supporto operativo generale  (che cos’è il web? Quali sono i vantaggi per le imprese che operano on-line? Com’è possibile creare un sito internet gratuitamente? Come ravvisare la presenza di utenti on-line interessati al prodotto ed incrementare la nostra competitività?).

Segue la fase del "Supporto e potenziamento": per le PMI che possono già vantare una presenza in Rete – in relazione all’analisi dei siti  e dei profili aziendali (contenuti, formati, scelte comunicative e cromatiche, branding e web marketing, interazione social - media, etc..)  al fine di consentire un uso più efficace e consapevole degli strumenti digitali (Il sito creato/sviluppato funziona? Quante “conversioni” opera? Quale traffico frequenta la pagina? Di che/quali nazionalità è l’utenza? La stagionalità influenza la ricerca del prodotto?) attraverso servizi/programmi finalizzati a monitorare, implementare e  migliorare l’ operato delle imprese on - line.

Per “lanciare” l’iniziativa, è previsto il 22 luglio alle ore 18.00, nella Sala Consiglio della Camera di Commercio (Corso della Repubblica) nel quale si illustreranno obiettivi, modalità di realizzazione ed alcuni dati relativi alle opportunità dell’utilizzo degli strumenti web per le imprese “Proprio con l’obiettivo di migliorare le capacità commerciali delle imprese – dichiara Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena – abbiamo ritenuto opportuno partecipare a questo progetto di portata nazionale; la Camera di Commercio è da sempre impegnata a sostenere le imprese che vogliono migliorare la loro capacità di penetrazione nei mercati esteri e la loro capacità di promuovere l’innovazione come elemento fondamentale della strategia d’impresa. Il progetto si pone quindi nella prospettiva di rendere le imprese più “attrezzate” all’interno di un sistema complesso e difficile in cui la competizione è esasperata.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Troppo stress nel lavorare da casa: il burnout da smart working

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento