rotate-mobile
Raccolta differenziata

L'esperienza Alea Ambiente ad Ecomondo: un convegno dedicato alla società in house

Sarà l’occasione per fare il punto sull’introduzione di un sistema che nei primi due anni ha portato ad un incremento del 27% della raccolta differenziata nel territorio e ad una riduzione del 75% di rifiuto pro-capite indifferenziato da smaltire

L’esperienza, i risultati e i progetti di quella che può a buon diritto definirsi una startup nel settore ambientale: ecco cosa porterà Alea Ambiente, società in house providing di 13 comuni della Romagna forlivese, ad Ecomondo, l'evento fieristico di riferimento a livello europeo per la transizione ecologica e i nuovi modelli di economia circolare e rigenerativa. In programma fino a venerdì a Rimini Fiera, la 25esima edizione dell’iniziativa si caratterizza per un fitto programma di incontri, ai quali contribuirà anche la stessa Alea Ambiente. Nel suo spazio espositivo (Pad. B2, Stand 8) verranno presentati i progetti e le iniziative più recenti, dalle attività di sensibilizzazione nelle scuole alle campagne di comunicazione sul corretto smaltimento dei rifiuti (ultima quella dedicata al vetro), fino all’organizzazione di giornate di mobilitazione volontaria per la qualità dell’ambiente, ispirate al plogging, la disciplina sportiva di origine svedese che consiste nel raccogliere i rifiuti che si trovano per strada mentre si fa jogging o si cammina.

Questo perché il modello Alea Ambiente si basa in primo luogo sulla responsabilità del singolo, chiamato a partecipare in maniera attiva alla tutela del patrimonio ambientale attraverso comportamenti virtuosi in termini di riciclo e di riuso. Un modello che sarà al centro di un convegno, organizzato proprio dalla società in house, in programma venerdì alle 10 nella Sala Tiglio 1 (Padiglione A6). All’iniziativa prenderanno parte Paolo Contò, direttore del Consiglio di Bacino Priula e già direttore di Alea Ambiente; Cristina Govoni, dirigente del Servizio Ambiente della Regione Emilia-Romagna; Paolo Carini, responsabile dell’Area gestione rifiuti urbani di Atersir; Elisabetta Serra, responsabile della pianificazione strategica e tariffaria di Alea Ambiente; e Michele Tettamanzi, ticercatore di Ref Ricerche. A fare gli onori di casa, Simona Buda ed Enrico Pieri, rispettivamente presidente e vicepresidente Alea Ambiente.

Sarà l’occasione per fare il punto sull’introduzione di un sistema che nei primi due anni ha portato ad un incremento del 27% della raccolta differenziata nel territorio e ad una riduzione del 75% di rifiuto pro-capite indifferenziato da smaltire; questo grazie, da una parte, all’affidamento dei servizi di igiene urbana alle Pubbliche Amministrazioni e, dall’altra, alla completa gestione del rifiuto, dalla raccolta al conferimento presso gli impianti di recupero dei differenti consorzi nazionali. Per chi fosse interessato a partecipare al convegno, occorre registrarsi scrivendo una mail a aleaconvegnoecomondo2022@gmail.com o chiamando il tel. 333.4054231.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esperienza Alea Ambiente ad Ecomondo: un convegno dedicato alla società in house

ForlìToday è in caricamento