menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ancd Conad, Protezione Civile e Anci uniti per la spesa a domicilio

Firmato il Protocollo d’intesa per tutta la durata dell’emergenza da Covid-19

Diffondere sul territorio nazionale il servizio per la consegna della spesa a domicilio a favore delle persone che sono particolarmente a rischio di salute e facilitare la collaborazione tra l’Associazione Nazionale Cooperative fra Dettaglianti (Ancd), il Dipartimento della Protezione Civile e l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci). Questo è l’obiettivo del Protocollo d’Intesa firmato dal segretario generale di Ancd Conad Sergio Imolesi, dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli e dal presidente dell’Anci Antonio Decaro. L’accordo sarà valido per la durata dell’emergenza da Covid-19, deliberata dal Consiglio dei Ministri il 31 gennaio scorso. 

Ancd Conad è la struttura politico sindacale delle Cooperative Associate - Conad Centro Nord, Commercianti Indipendenti Associati, Conad Nord Ovest, Pac2000A e Conad Adriatico - che aderiscono al Consorzio Nazionale Conad. L’Associazione, tramite le Cooperative e d’intesa con i Comuni e le Organizzazioni di volontariato, si impegna a svolgere la consegna della spesa a domicilio per aiutare le persone non autosufficienti o che non possono uscire o alle quali l’uscita è sconsigliata per ragioni di salute, e alle persone che sono impegnate in servizi di emergenza.

 “In un periodo così delicato per il Paese - dichiara Imolesi – vogliamo continuare ad essere in prima linea e vicini alle comunità e alle persone. Per tale ragione abbiamo condiviso fin da subito l’utilità di definire il Protocollo d’Intesa che, poggiato sul criterio della collaborazione tra le Parti, fissa l’obiettivo di supportare le persone offrendo il servizio di consegna della spesa a domicilio per coloro che sono impossibilitati a uscire per determinati motivi di salute. A questo scopo, l’Associazione Nazionale Cooperative fra Dettaglianti, in coerenza con le sue stesse finalità solidaristiche, prevede anche che le proprie Cooperative associate riconoscano un contributo alle Organizzazioni di volontariato che prendono parte all’iniziativa”.

 Come declinato nel Protocollo d’Intesa, il Dipartimento di Protezione Civile e Ancd Conad hanno definito quattro impegni comuni: facilitare la collaborazione tra le Amministrazioni locali, le Cooperative di imprenditori aderenti ad Ancd Conad e le organizzazioni di volontariato, al fine di consentire a queste ultime la consegna della spesa a domicilio; valutare le diverse esigenze territoriali adottando le modalità idonee per procedere con la consegna a domicilio; favorire l’adesione delle amministrazioni locali e delle organizzazioni di volontariato al fine di garantire un’adeguata assistenza alla popolazione; e pubblicizzare con tutti i mezzi di comunicazione la possibilità di accedere a tale servizio.

"Per noi la solidarietà finalizzata a sostenere le comunità - dichiara l’amministratore delegato di Cia Conad, Luca Panzavolta - ha da sempre un posto di riguardo e a maggior ragione in questo momento di difficoltà per il Paese. Con l’attuazione del Protocollo d’Intesa rafforziamo l’impegno quotidiano che la Cooperativa, i soci e i collaboratori hanno assunto dall’inizio dell’emergenza, consolidando il nostro ruolo di presidio e di tenuta socioeconomica nei territori dove operiamo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Scroccadenti romagnoli, uno tira l'altro: la ricetta

Arredare

Cambiare il divano: ecco la guida completa e i consigli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento