menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercato immobiliare, il termometro a Forlì: comprare casa costa 1600 euro al metro quadro

I prezzi del mattone in Emilia Romagna tornano a salire: per gli immobili in vendita i prezzi hanno guadagnato stabilità

Stenta ancora la ripresa del mercato immobiliare nel comune di Forlì. E' quanto emerge dai dell’Osservatorio di Immobiliare.it. Proseguendo il trend di ripresa già evidenziato nei primi sei mesi del 2017, i prezzi del mattone in Emilia Romagna tornano a salire: per gli immobili in vendita i prezzi hanno guadagnato stabilità, variando in positivo dello 0,1% nel terzo trimestre 2017, mentre quelli per le locazioni sono aumentati dello 0,6%. Chi decide di comprare casa in Emilia Romagna, a settembre 2017 ha speso mediamente 1.938 euro al metro quadro; chi ha scelto la locazione ha pagato un canone pari a 8,90 euro al metro quadro.

Bologna e Rimini si confermano le città più costose per gli acquisti immobiliari: se, però, nel capoluogo di regione i prezzi sono cresciuti dell’1% nel terzo trimestre dell’anno, arrivando a una media di 2.628 euro al metro quadro, nella seconda si è rilevato un calo dell’1,1%, con un costo medio pari a 2.498 euro per metro quadrato. La ripresa maggiore si registra a Cesena, con un incremento dell’1,6%.

Stenta ancora la ripresa nel comune di Forlì, dove i costi delle case nell’ultimo trimestre hanno perso l’1,9%. Il costo medio per metro quadrato è di 1609 euro, con una flessione del 2,8% rispetto al settembre dello scorso anno. Negli ultimi tre mesi a crescere di più sono state le locazioni a Modena, Parma (+2,1%) e Rimini (+1,9%). Quest’ultima città, come nel caso delle vendite, è seconda solo a Bologna per i prezzi richiesti: a Rimini si pagano mediamente 9.40 euro al metro quadro; a Bologna se ne chiedono in media 11.43.

L'andamento degli affitti

Sul fronte affitti la ripresa appare più evidente, tanto che nei tre mesi da giugno a settembre l’oscillazione è positiva dello 0,6%. Ma se questa è la media regionale, guardando all’andamento dei canoni richiesti per l’affitto di immobili residenziali nei comuni capoluoghi di provincia gli incrementi sono più consistenti. Negli ultimi tre mesi a crescere di più sono state le locazioni a Modena, Parma (+2,1%) e Rimini (+1,9%). Quest’ultima città, come nel caso delle vendite, è seconda solo a Bologna per i prezzi richiesti: a Rimini si pagano mediamente 9.40 euro al metro quadro; a Bologna se ne chiedono in media 11.43. A Forlì il prezzo è di 7,90 euro al metro quadro, con un incremento del 2,6% sul settembre del 2016 e dell'1,1% rispetto a giugno.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento