menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ausl Unica, a Forlì precari sul filo del rasoio: "Contratti non ancora rinnovati"

Lo denunciano in una nota Fp Cgil, Fp Cisl e Fpl Uil. "Siamo molto preoccupati per questi lavoratori che, se non confermati, escono dalle opportunità dei percorsi di stabilizzazione"

“Fino al 31 dicembre esiste l'Azienda sanitaria di Forlì, poi dal primo gennaio nasce l'Azienda Sanitaria Romagnola, dovrebbe essere garantita la continuità dei servizi offerti e la continuità occupazionale, come scritto nella legge di costituzione dell'Azienda Sanitaria Romagnola. Nonostante ciò, nonostante l'accordo firmato al ministero della Sanità, con tutte le rappresentanze sindacali del settore per mantenere in essere tutti i rapporti di lavoro flessibile ed atipici fino al 31 dicembre 2016, all'Ausl di Forlì alcuni contratti in scadenza il 31 dicembre non sono ancora stati rinnovati”. Lo denunciano in una nota Fp Cgil, Fp Cisl e Fpl Uil.

“Siamo molto preoccupati per questi lavoratori che, se non confermati, escono dalle opportunità dei percorsi di stabilizzazione già definite dalle normative  ed allo stesso tempo perché si inizia il 2014 con ulteriori pezzi di attività in grande sofferenza ed affanno che poi si traduce in una minore e più stentata funzionalità dei servizi erogati alla comunità”, sostengono i sindacati.

“Non riusciamo a capire perché si gioca così tanto sulla vita e lo sfruttamento delle persone, - concludono - esistono tutti i presupposti e le necessità per confermare questi contratti di lavoro, ci sono i presupposti normativi e regolamentari, ci sono i fondi e tutta la struttura reputa assolutamente necessari mantenere queste figure professionali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento