menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbi con le mani in pasta , con Cna visita al forno Bassini

Grazie al progetto “Detto, fatto! A scuola con Cna”, i bambini delle classi IA e IB della scuola primaria Melozzo di Forlì hanno potuto vedere e sperimentare in prima persona come si produce il pane che mangiamo

Comincia con una sorta di rituale iniziatico la visita dei bambini della scuola Melozzo al forno Bassini di Forlì, promossa da Cna Solidale. I bambini guardano con grande stupore alla cerimonia di vestizione, alle prese con camici e cuffiette, e poi alla pulizia delle scarpe che avviene camminando sopra un apposito rullo, che assomiglia a una sorta di camminamento magico. È così che, grazie al progetto “Detto, fatto! A scuola con Cna”, i bambini delle classi IA e IB della scuola primaria Melozzo di Forlì hanno potuto vedere e sperimentare in prima persona come si produce il pane che mangiamo.

Visto che la migliore lezione è la pratica, secondo il precetto dell’imparare facendo, i bambini sono stati subito coinvolti in un laboratorio che ha permesso loro di mettere letteralmente le mani in pasta e di realizzare chiocciole di pane da portare orgogliosamente a casa per mangiarle con la famiglia. A seguire Raffaele Bassini, titolare dell’attività col fratello Alessandro, li ha condotti in una visita guidata che ha permesso loro di esplorare le meraviglie del forno: in fila per due, con grande attenzione e curiosità, i bambini hanno ascoltato le spiegazioni e osservato la macchina per produrre il lievito naturale. Un impianto che rappresenta il fiore all’occhiello della ditta e che – integrato con l’impianto per il dosaggio degli ingredienti – ha meritato al forno Bassini il premio per l’innovazione  tecnologica, in un bando emanato dalla Regione Emilia Romagna a cui è consentito accedere a poche e primarie aziende.

“Mi faccio sempre trovare presente quando arrivano i bambini in visita con Detto fatto – racconta Raffaele Bassini – perché è davvero impagabile vedere le loro reazioni e sentire i loro commenti. Per loro questa visita è una vera avventura che li coinvolge con i cinque sensi: è buffo vederne le facce quando nella sala impasti sono inondati dal profumo del pane, oppure quando possono manipolare l’impasto”. Gli scolari hanno scoperto così le diverse fasi della lavorazione delle focacce alla pala cotte alla pietra: dalla lievitazione, all’impastatura, al taglio, alla farcitura fino dalla cottura finale. Grande l’emozione quando, al termine del percorso, i giovani visitatori – grazie all’apertura di uno sportellino – hanno potuto guardare dentro al forno in pietra ollare.

I bambini sono stati scortati nella visita da Franco Napolitano, direttore generale di Cna Forlì-Cesena; Giorgio Giorgini, presidente di Cna Alimentare; Laura Pedulli, responsabile del progetto “Detto, fatto! A scuola con Cna”, oltre che dalla dirigente scolastica Roberta Ravaioli e dalle insegnanti Simonetta e Patrizia. Come spiega Giorgio Giorgini, presidente di Cna Alimentare: “Come Cna teniamo molto a questo progetto, che riassume in sé contenuti e valori che ci sono molto cari: dal valore della manualità, all’educazione alimentare, all’uso consapevole delle energie. Ma soprattutto, non è un caso che la campagna nazionale di Cna sia dedicata proprio ai bambini con lo slogan I suoi sogni: la nostra responsabilità, che riassume bene il nostro impegno per le giovani generazioni”.

Il forno Bassini ha fatto da anni una scelta netta nel segno dell’innovazione, della qualità, della cura delle produzioni locali e della scelta di materie prime del territorio o comunque italiane. Proprio nei prossimi giorni Bassini sarà presente a Tuttofood, importante manifestazione fieristica milanese, con uno spazio di rappresentanza. Un’azienda che dimostra anche una grande attenzione verso il territorio in cui opera, come dimostra l’entusiasmo con cui ha aderito al progetto “Detto, fatto!” di Cna Solidale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento