rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Economia

Cariromagna, 439 milioni di credito a medio-lungo termine a imprese e famiglie romagnole

Il consiglio di amministrazione di Cariromagna, presieduto da Adriano Maestri, ha approvato i risultati di bilancio al 30 giugno 2018 presentati dal direttore generale Francesco Moncelsi

La banca del Gruppo Intesa Sanpaolo che opera nelle province romagnole con 77 filiali al servizio di oltre 150.000 clienti, nel primo semestre dell’anno ha erogato 439 milioni di nuovo credito a medio-lungo termine (+4,8% rispetto al primo semestre del 2017), di cui il 63% alle imprese e il 37% alle famiglie, a testimonianza di una costante attenzione all’economa locale.

Il totale dei crediti alla clientela si attesta a 3,8 miliardi, in lieve diminuzione (-0,2%) rispetto al dato di 31 dicembre 2017 ricalcolato per tenere conto della prima applicazione del principio contabile IFRS 9 in vigore dal 1° gennaio 2018.  Lo stock dei crediti deteriorati netti - che a fine semestre non include più i crediti in sofferenza oggetto di cessione, contabilizzati nella voce attività non correnti e gruppi di attività in via di dismissione - è in diminuzione di 290 milioni in 30 mesi (-43%). Le attività finanziarie della clientela presso la banca (esclusa la clientela istituzionale) risultano pari a 5,4 miliardi (+0,6% rispetto al 31 dicembre 2017), nel cui ambito sono in aumento sia la raccolta diretta, a 2,3 miliardi (+4,5%), sia la gestita, a 2,4 (+0,9%), a seguito della particolare attenzione rivolta ai servizi di gestione del risparmio e alla protezione assicurativa. I coefficienti patrimoniali si confermano su livelli superiori ai limiti regolamentari di Basilea3.
I proventi operativi netti ammontano a 73,5 milioni (-3% rispetto a giugno 2017). L’andamento rispecchia la dinamica degli interessi netti in flessione del 6,4%, in considerazione del contesto economico finanziario contraddistinto da ricavi per interessi compressi per effetto della politica monetaria espansiva. Viceversa, risulta positiva la dinamica delle commissioni nette che si attestano a 31,9 milioni in crescita del 4,8%. Il contenimento dei costi operativi, pari a 42,7 milioni (-2,5%), continua a costituire uno dei principali fattori di attenzione.
Le rettifiche su crediti, ancora significative, risultano pari a 48 milioni in aumento di 19,8 milioni rispetto a giugno 2017, a fronte di un elevato livello di copertura specifica sia dei crediti deteriorati complessivi (52,5%) sia delle sole sofferenze (68,8%). Robusto buffer di riserva sui crediti in bonis, pari a circa lo 0,6%.

A seguito di tale dinamiche il primo semestre del 2018 si chiude per Cariromagna con un risultato netto di periodo negativo di 13,6 milioni. 

“In Italia - ha sottolineato il presidente Adriano Maestri – la fase di ripresa continua, ma a ritmi più lenti che nel 2017. In tale contesto risulta ancora più marcata la correlazione positiva tra dimensione d’impresa e andamento congiunturale e Cariromagna vuole essere l’interlocutore dei suoi clienti guidandoli nelle scelte più opportune per essere leader sul mercato, supportandoli negli investimenti per il rafforzamento e il rinnovamento strutturale delle aziende. In questo semestre la nostra banca ha continuato a finanziare l’economia reale con circa 439 milioni di nuovo credito a medio-lungo termine, offrendo un forte sostegno a famiglie e imprese e ha accelerato il processo di riduzione dello stock del credito problematico.”

“I risultati di questo primo semestre - ha aggiunto il direttore generale Francesco Moncelsi –riflettono l’andamento dei tassi fortemente compressi e le significative rettifiche su crediti. Il nostro riferimento rimane sempre la soddisfazione del cliente, comprovata dai 2,4 miliardi di raccolta gestita che confermano l’apprezzamento e la fiducia verso la nostra banca. Uno dei pilastri del nostro piano d’impresa è l’offerta assicurativa, offrire prevedibilità e sicurezza fa parte della nostra missione, rispondendo non solo al bisogno di protezione delle famiglie ma promuovendo anche la crescita della nostra economia.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cariromagna, 439 milioni di credito a medio-lungo termine a imprese e famiglie romagnole

ForlìToday è in caricamento