rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Caro bollette

Caro bollette, Cna sulle nuove misure del Governo per le imprese: "Bisogna fare di più, oneri inspiegabili"

Le bollette delle imprese saranno gravate da un peso di parafiscalità pari a circa il 35% del totale corrisposto che probabilmente neutralizzerà la flessione del costo dell’energia nel frattempo intervenuta

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 30 marzo scorso del Decreto-legge 30 marzo, recante "Misure urgenti a sostegno delle famiglie e delle imprese per l'acquisto di energia elettrica e gas naturale, nonché in materia di salute e adempimenti fiscali”, il Governo ha dato seguito ad una serie di misure di agevolazione utili a fronteggiare i costi energetici. "Pur esprimendo una valutazione positiva per la proroga al secondo trimestre di alcune disposizioni previste dalla normativa emergenziale contro il caro-energia (riduzione Iva, sospensione oneri generali per il settore del gas naturale, i crediti d’imposta per l’acquisto di energia elettrica e gas a favore delle imprese diverse da quelle energivore-gasivore) si ritiene inadeguata e illogica l’esclusione dell’azzeramento degli oneri generali previsti per il settore elettrico", spiega Cna. 

"Infatti, a partire dal primo aprile, le bollette delle imprese saranno gravate da un peso di parafiscalità pari a circa il 35% del totale corrisposto che probabilmente neutralizzerà la flessione del costo dell’energia nel frattempo intervenuta - viene ricordato -. Si tratta di una misura pesante, capace di creare gravi problemi al mondo delle imprese nel difficile percorso di ripresa economica e che non risulta in alcun modo motivata. Cna ha già predisposto richieste di modifica del disposto normativo a partire dai lavori parlamentari per la conversione del decreto".

"Continueremo l’attività di supporto alle imprese impegnate nella transizione energetica. È sempre più urgente mettere in campo azioni utili ad abbattere i consumi e i costi energetici, ma occorre farlo a parità di volumi di produzione, una prerogativa per rimanere competitivi sul mercato impattando in misura inferiore sull’ambiente - conclude l'associazione -. Intorno a queste partite si gioca il futuro del tessuto produttivo. Troppo importanti sono le poste in gioco e Cna continuerà ad operare di fianco alle imprese attraverso le attività di pressione sul decisore politico e la predisposizione di servizi di consulenza ad hoc per tutte le imprese associate". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caro bollette, Cna sulle nuove misure del Governo per le imprese: "Bisogna fare di più, oneri inspiegabili"

ForlìToday è in caricamento