rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Economia Forlimpopoli

I segreti della piè: "Mani in pasta" per una ventina di studenti a Casa Artusi

Il tutto davanti a un ospite d’eccezione la giornalista Lynn Houghton inviata direttamente dall’Inghilterra per un reportage dalla rivista Easyjet traveller (il magazine di bordo di Easyjet), anch’essa immersa tra i saperi e i sapori di Romagna

Venti studenti hanno messo le mani in pasta a Casa Artusi. Quattro gli ingredienti base (farina di grano tenero tipo 1, acqua, strutto di Mora Romagnola non raffinato e un pizzico di sale Dolce di Cervia), poi tanta manualità unita a mattarello e teglia. È la Piadina Romagnola fatta a mano, simbolo della nostra terra, impastata a mano e cotta sulle Teglie di Montetiffi, dai partecipanti al corso IFTS “Tecnico superiore per la valorizzazione delle tipicità enogastronomiche del territorio” gestito dallo IAL Emilia-Romagna.

La scuola di cucina di Casa Artusi insieme alla volontarie dell’Associazione delle Mariette, si è trasformata nel laboratorio della tipicità della Romagna. Tutti e venti i partecipanti non solo hanno impastato, tirato e cotto le loro piadine, le hanno poi degustate insieme allo Squacquerone di Romagna Dop, la Ricotta del Caseificio Mambelli preparata con acqua termale della Fratta, i Salumi di Mora Romagnola Presidio Slow Food, in abbinamento alla Romagna Albana Docg secco della cantina Celli di Bertinoro.

Il tutto davanti a un ospite d’eccezione la giornalista Lynn Houghton inviata direttamente dall’Inghilterra per un reportage dalla rivista Easyjet traveller (il magazine di bordo di Easyjet), anch’essa immersa tra i saperi e i sapori di Romagna. Il gruppo ha fatto tappa anche a Cesenatico dove ha visitato il mercato del pesce e ai Magazzini del Sale di Cervia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I segreti della piè: "Mani in pasta" per una ventina di studenti a Casa Artusi

ForlìToday è in caricamento