menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oggetti da buttar via? Non solo rifiuti, arrivano i centri di riuso

Si chiamano “centri di riuso” e vanno ad affiancare le classiche stazioni ecologiche. Ne sorgeranno due in provincia di Forlì-Cesena, una a Forlimpopoli e l'altra a Mercato Saraceno, entro aprile 2012

Si chiamano “centri di riuso” e vanno ad affiancare le classiche stazioni ecologiche. Ne sorgeranno due in provincia di Forlì-Cesena, una a Forlimpopoli e l'altra a Mercato Saraceno, entro aprile 2012. A cosa servono? Lo spiega l'assessore provinciale Luciana Garbuglia: “Qui andranno a finire gli oggetti di cui i cittadini si vogliono disfare, ma che altri potrebbero trovare utili”. Lo scopo, lo spiega l'assessore, è di bloccare questi scarti prima che entrino nelle stazioni ecologiche, vale a dire prima che diventino ufficialmente “rifiuti”.

Per questo i “centri di riuso” sono pensate come una sorta di “pre-aree”, in cui viene bloccato quanto potrebbe essere riutilizzato e non semplicemente riciclato. I due centri funzioneranno con le modalità dei “mercatini dell'usato”, vale a dire con lo "scambio mediato": il bene viene trattenuto e, in caso di vendita, una percentuale sarà trattenuta dal mediatore. I due centri avranno il costo di 30mila euro a Forlimpopoli e 25mila euro a Mercato Saraceno, la Regione Emilia-Romagna ci metterà il 50%, vale a dire 27.500 euro, all'interno del piano di azione ambientale. Per le modalità tecniche del loro funzionamento si dovrà aspettare fino alla realizzazione delle due strutture.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento