Piano Periferie, Cna: "Importanti risorse per la città e il suo sviluppo"

Aggiunge il direttore generale di Cna Forlì-Cesena Franco Napolitano: “Va evidenziato che il contributo più corposo arriverà per il completamento del Campus Universitario, con 3 milioni e 800 mila euro destinati alla realizzazione dell'ala Sauli-Saffi"

Cna a Forlì-Cesena ha appreso con soddisfazione la notizia, comunicata nei giorni scorsi dal deputato Marco Di Maio che ha seguito l'iter della domanda alla Presidenza del Consiglio dei ministri, che sono in arrivo a Forlì oltre 8 milioni di euro. Si tratta delle risorse che arriveranno in città dal Governo, recependo al 100% le richieste avanzate in estate dal Comune nell'ambito del bando sulle "Periferie". Le risorse stanziate serviranno per la riqualificazione del Foro Boario, per l'acustica del San Giacomo, per la sistemazione del palazzo del Merenda, per il giardino dei musei in piazza Guido da Montefeltro e per altri interventi riferiti al centro storico. Questi contributi andranno ad aggiungersi a finanziamenti già previsti dal Comune, che però difficilmente avrebbero potuto essere realizzati, senza un co-finanziamento statale.

"Complessivamente le somme previste, tra contributi governativi e risorse locali, mettono in moto investimenti in opere pubbliche per oltre 16 milioni di euro – sottolinea il presidente di Cna Forlì-Cesena Lorenzo Zanotti - con un effetto moltiplicatore che andrà ad incidere su progetti rilevanti non solo per la città di Forlì.  Il contributo di 1 milione e 720mila euro per restauro e valorizzazione dell’Ex Asilo Santarelli, si inserisce nel progetto turistico-culturale di "Forlì Città del '900", che ha una valenza per tutto il territorio. Come pure i finanziamenti per il progetto "Giardino dei Musei" (riqualificazione Piazza Montefeltro), per il quale arriveranno ulteriori 300mila euro (in aggiunta al milione e mezzo sbloccato grazie al lavoro svolto nei confronti del Ministero dei Beni culturali e non spesi dal 2007), per la Chiesa di S.Giacomo (correzione acustica e allestimento) per un importo 50mila euro ed i 350mila euro che serviranno per mettere in sicurezza il Palazzo del Merenda, avranno una ricaduta importante per i percorsi del turismo culturale dell’intera provincia”. 

Aggiunge il direttore generale di Cna Forlì-Cesena Franco Napolitano: “Va evidenziato che il contributo più corposo arriverà per il completamento del Campus Universitario, con 3 milioni e 800 mila euro destinati alla realizzazione dell'ala Sauli-Saffi. Dopo l’apertura del Tecnopolo di Forlì e l’inaugurazione di Rocca delle Caminate, si completano così le infrastrutture della conoscenza nel territorio forlivese, da cui ci attendiamo un salto di qualità nell’impulso alla innovazione del sistema economico locale. La mole di lavori che questi cantieri genereranno, anche in virtù dell’applicazione del nuovo codice degli appalti, dovrà essere una importante occasione di lavoro e occupazione per le imprese del comparto costruzioni di tutto il territorio, che hanno le competenze e le professionalità necessarie per intervenire nell’ambito della rigenerazione urbana e della conservazione del patrimonio, grazie anche ai progetti su cui Cna si è spesa in questi anni".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

Torna su
ForlìToday è in caricamento