menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Enogastronomia e tipicità, Cna racconta le "Maestrie artigiane: in viaggio"

"Lo stand - spiega Catia Guerrini, presidente regionale Cna Alimentare - è dedicato all'enogastronomia romagnola ed alle sue tipicità, ma vuole anche valorizzare il territorio delle tre province romagnole con il progetto Star bene in Romagna"

Cna Alimentare Emilia Romagna, Cna Benessere e Sanità e Cna Impresa Donna Nazionale danno appuntamento alle Feste Artusiane 2015, a partire da mercoledì fino a domenica, con le “Maestrie artigiane: in viaggio”. A Forlimpopoli, nello stand promosso da Cna, Confcooperative, Cia e Confagricoltura in Piazza Garibaldi nello stand a fianco di quello dedicato ai piatti del cuore, mercoledì dalle 19 alle 24, è previsto lo spazio “Rapsodia di sapori della Romagna”, realizzato da Cna Alimentare Emilia Romagna e dove saranno ospitati i produttori delle tre province romagnole: Forli-Cesena, Ravenna e Rimini.

“Lo stand – spiega Catia Guerrini, presidente regionale Cna Alimentare – è dedicato all’enogastronomia romagnola ed alle sue tipicità, ma vuole anche valorizzare il territorio delle tre province romagnole con il progetto Star bene in Romagna, individuandolo come luogo privilegiato in cui poter godere, in modo sano e consapevole, del piacere di degustare cibi e vini che hanno alle spalle una grande storia”. Da venerdì a domenica, stesso orario, stesso spazio, le maestrie artigiane si tingono di rosa. Imprenditrici provenienti da tre regioni d’Italia, Sicilia, Toscana ed Emilia Romagna, rispondendo all’appello di Cna Impresa Donna Nazionale, si sono date appuntamento a Forlimpopoli, per raccontare lo stare insieme ed il fare rete al femminile.

Spiega Paola Sansoni, presidente nazionale di Cna Impresa Donna: “Il “fare rete” è uno degli obiettivi del nostro programma. Ci stiamo sperimentando in varie esperienze, questa di Forlimpopoli  è la seconda dopo il primo appuntamento di Mazara del Vallo,  ci sarebbe piaciuto allargare ancora di più la partecipazione a questo evento, ma il prodotto enogastronomico è molto delicato, e dato il periodo estivo in molti casi ci sarebbero stati problemi logistici e di conservazione.  Siamo molto contente che le artigiane della filiera alimentare di tre regioni così importanti abbiano accettato il nostro invito e partecipino a questa occasione di confronto”.

Si tratta di donne imprenditrici che hanno deciso di sperimentare direttamente l’occasione di operare in network prima, e durante l’evento, grazie al coordinamento di Benedetta Rasponi, presidente regionale Cna Impresa Donna Emilia Romagna e portavoce del Gruppo Reti Nazionale. “Il lavoro - afferma Benedetta Rasponi -  è iniziato alcuni mesi fa, coinvolte 5 regioni a livello nazionale.  Oggi ha permesso di coinvolgere ben 10 realtà imprenditoriali provenienti da Sicilia, Toscana e Emilia Romagna. L’obiettivo è quello di creare nuove occasioni di valorizzazione del talento femminile in impresa, coinvolgere sempre più imprenditrici e far crescere il concetto di rete”. Per dare maggior valore al concetto “che fare rete significa generare un qualche cosa di diverso dalla somma dei singoli”, i prodotti forniti dalle aziende, saranno elaborati dalla creatività e dalla maestria dello chef Vittorio Novani, che proporrà un menù degustazione con le materie prime selezionate seguendo la tradizione della cultura enogastronomica dei territori di provenienza e del “buon cibo a tavola” proprio della tradizione artusiana.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento