menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Conad E. Leclerc, la Cgil: "Orari impossibili e carichi di lavoro eccessivi"

"La notizia apparsa oggi sulla stampa del trasferimento di 15 lavoratori da Conad E.LeClerc Forlì a Rimini non ci stupisce". - afferma il segretario generale di Filcams Cgil, Maria Giorgini"

“La notizia apparsa oggi sulla stampa del trasferimento di 15 lavoratori da Conad E.LeClerc Forlì a Rimini non ci stupisce. - afferma il segretario generale di Filcams Cgil, Maria Giorgini - Non più tardi di mercoledì pomeriggio la Filcams CGIL aveva denunciato, nel tavolo comunale dei promotori dell'accordo iper/ centro storico, la svolta negativa adottata, da qualche mese, da parte della direzione del centro commerciale Conad E.Leclerc”.
 
“Oltre all'ultima iniziativa unilaterale dell’azienda, ovvero i trasferimenti intimati come obbligatori e fatti sottoscrivere seduta stante per accettazione, i lavoratori denunciano un clima estremamente negativo, orari impossibili, carichi di lavoro impressionanti e demansionamenti. Le giustificazioni di Frattini e Panzavolta non modificano uno scenario inquietante, dove  all'aumento delle aperture domenicali e di giornate festive (sembra confermata anche l’apertura del 26 dicembre), corrispondono, anzichè nuove assunzioni, il mancato rinnovo di contratti a termine e spostamenti/trasferimenti che riguardano  in particolare i livelli intermedi”, denuncia Giorgini.


“Tutto ciò anzichè produrre miglioramenti dell’efficienza aziendale, ha come conseguenza quello di peggiorare, non solo le condizioni dei lavoratori, ma anche la riduzione della qualità del servizio verso i clienti disorientati da questi continui cambiamenti. Le buone relazioni sindacali instaurate nella fase di avvio, negli ultimi mesi si sono trasformate in brevi comunicazioni e incontri rinviati da parte della direzione aziendale. La Filcams CGIL impugnerà demansionamenti e trasferimenti ai lavoratori che ne faranno richiesta e continuerà a denunciare che tali difficoltà sono anche determinate dalla decisione del centro commerciale di tenere aperto tutte le domeniche e la maggior parte delle festività. La liberalizzazione totale degli orari di apertura non sta producendo quella ripresa dei consumi che tanti speravano, ma disagi ai lavoratori e alle loro famiglie”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento