Consorzio Piadina Romagnola Igp, Alfio Biagini confermato alla presidenza

La piadina è un prodotto inscindibile dalla sua terra, tutelato in ambito nazionale e internazionale grazie all’Igp (Indicazione Geografica Protetta)

Alfio Biagini confermato alla presidenza del Consorzio di Promozione e Tutela della Piadina Romagnola per i prossimi tre anni. La nomina è arrivata nel consiglio di amministrazione di lunedì, che ha anche confermato alla vicepresidenza Moreno Giulianelli. Per Biagini si tratta del secondo mandato alla guida del consorzio del prodotto simbolo della Romagna. La piadina è un prodotto inscindibile dalla sua terra, tutelato in ambito nazionale e internazionale grazie all’Igp (Indicazione Geografica Protetta). Un prodotto nato tanti secoli fa da quattro semplici ingredienti (acqua, farina, sale, olio o strutto), che ha fatto della sua storia e del territorio la sua chiave identitaria, come intuì Giovanni Pascoli in una celebre poesia.

"Sono due le linee chiave che ci impegneranno nei mesi a venire - spiega il presidente Biagini -. Prima di tutto valorizzare il prodotto emblema della nostra terra di Romagna, colpita in questi mesi da questa terribile emergenza sanitaria, e che può trovare un elemento di riscossa proprio nel suo prodotto simbolo. In secondo luogo, la difesa della Piadina da tentativi di contraffazione al di fuori dei confini della Romagna, attraverso un impegno e una vigilanza costante nella tutela del prodotto, come abbiamo fatto con soddisfazione negli ultimi mesi in Canada e nel Regno Unito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Piadina Romagnola IGP

Sono quattro gli ingredienti base della Piadina riconosciuti nel Disciplinare di tutela: Farina di grano tenero; Acqua (quanto basta per ottenere un impasto omogeneo); Sale (pari o inferiore a 25 grammi); Grassi (strutto, e/o olio di oliva e/o olio di oliva extravergine fino a 250 grammi). Per potersi fregiare dell’Igp la Piadina deve essere confezionata nelle sole zone di produzione stabilite dal disciplinare e certificata da un ente preposto. Il Disciplinare presenta la piadina al consumo in due tipologie: quella con un diametro minore (15-25 cm) ma più spessa (4-8 mm), e alla Riminese con un diametro maggiore (23-30 cm) e più sottile (fino a 3 mm). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Coronavirus, focolaio in una ditta di Forlì: i positivi sono undici

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Spara ad un fagiano, ma colpisce per sbaglio l'amico: lui perde un occhio

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento