menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Consulenze esterne per valutare i dipendenti". Romagna Acque smentisce i sindacati

Lo affermano in una nota congiunta le segretarie Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini. "Ci chiediamo dunque quale possa essere il fine di questa operazione"

“Abbiamo appreso dell'intenzione di Romagna Acque spa di attivare un servizio di consulenza, attraverso un appalto con un azienda esterna, finalizzato anche alla valutazione degli inquadramenti professionali e delle conseguenti classificazioni dei propri dipendenti. Ci meravigliamo nuovamente di come in un Azienda storica, che ha nei suoi dipendenti la risorsa più importante per conoscenza, professionalità e competenze, non si possa giungere ad una valutazione dei Lavoratori attraverso il personale direttivo della stessa”. Lo affermano in una nota congiunta le segretarie Filctem Cgil, Femca Cisl e Uiltec Uil, di Forlì, Cesena, Ravenna e Rimini.

“Ci chiediamo dunque quale possa essere il fine di questa operazione, che magari potrà costare all'azienda anche svariate decine di migliaia di euro, che, per mezzo della bolletta dell'acqua, naturalmente provengono dalle tasche dei cittadini. Ci sono dirigenti e amministratori, presupponiamo ben pagati, che dovrebbero conoscere i propri dipendenti e che dovrebbero valutarli correttamente e coerentemente. - sostengono i sindacati - Se alla fine la vera
cosa che si evidenziasse, a seguito della valutazione di questa fantomatica società, fosse la necessità di aumentare il gruppo dirigente (per noi già corposo) dando magari a qualcuno di loro qualche incarico più rilevante con conseguente indennità, allora crediamo che sarebbe stata fatta una operazione che non potrà mai assolutamente ed ed in alcun modo trovare il consenso delle scriventi Organizzazioni Sindacali”.

Arriva la smentita del presidente di Romagna Acque , Tonino Bernabè: "Abbiamo appreso con totale stupore del comunicato congiunto da parte dei sindacati. Comunicato che si basa su una voce assolutamente infondata: Romagna Acque non ha affidato nessun incarico esterno relativo alla valutazione dei dipendenti, nè ha alcuna intenzione di farlo. Ci stupisce questo attacco infondato e gratuito da parte dei sindacati, con i quali abbiamo sempre avuto un rapporto corretto e trasparente. Così come trasparenti sono le informazioni che l’azienda comunica e che continuerà a comunicare ai propri stakeholders, attraverso il proprio sito e le fonti di informazioni note a tutti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta che sa di casa: le zucchine ripiene

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento