Economia

Coronavirus, Ascom: "Ci batteremo per un urgente piano economico straordinario"

"I fondi dell’Unione Europea devono assolutamente al più presto essere destinati al sostegno delle imprese del commercio, turismo e servizi che stanno pagando il conto più pesante di questa situazione"

"Come Ascom di Forlì ci batteremo con tutte le nostre forze per ottenere dalle istituzioni e dal sistema bancario un urgentissimo piano economico straordinario, che permetta da subito di poter affrontare adeguatamente questa emergenza". Lo assicura il presidente Roberto Vignatelli, il quale ringrazia "tutti i nostri operatori del terziario che sono aperti, come indicato nel decreto dello scorso 11 marzo, in quanto ritenuti dal Governo essenziali e primari. Va sottolineato che il loro è un impegno e servizio responsabile e coraggioso a tenere aperto e funzionante il nostro territorio in un momento certamente complesso".

"Colgo l’occasione per ringraziare tutto il nostro personale Ascom, a partire dal Direttore con i suoi collaboratori, che in queste settimane frenetiche stanno dando prova di impegno encomiabile contribuendo a sostenere tecnicamente e moralmente le nostre imprese in un frangente cosi complicato - prosegue Vignatelli -. La nostra attenzione ovviamente va a chi inoltre nell’ambito dello stesso decreto governativo ha dovuto abbassare le saracinesche della propria attività (bar ristoranti, negozi di vicinato e servizi). Si tratta di un grande sacrificio,  che è stato svolto con senso di responsabilità e che già tantissimi colleghi avevano anticipato rispetto alla decisione ufficiale".

"Come Ascom di Forlì, in linea con quanto chiesto dal nostro Presidente Carlo Sangalli,  ci batteremo con tutte le nostre forze per ottenere dalle Istituzioni e dal sistema bancario un urgentissimo piano economico straordinario, che permetta da subito di poter affrontare adeguatamente questa emergenza - prosegue Vignatelli -. I fondi dell’Unione Europea devono assolutamente al più presto essere destinati al sostegno delle imprese del commercio, turismo e servizi che stanno pagando il conto più pesante di questa situazione; se sapremo reagire con coesione e determinazione ripartiremo insieme più forti di prima, ne sono certo. Chiudo con un ultimo caloroso e affettuoso ringraziamento a tutto il personale sanitario e parasanitario di ogni ordine e grado, alla Protezione Civile e a tutte le Istituzioni; a tutti coloro che in questi giorni stanno cercando di rendere meno complicato e meno difficile la situazione per noi tutti cittadini forlivesi. Un grande ringraziamento da parte di tutta la Giunta di Presidenza di Confcommercio Forlì".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Ascom: "Ci batteremo per un urgente piano economico straordinario"

ForlìToday è in caricamento