menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(da google street view)

(da google street view)

ACIS, quale futuro? Tutta la val Bidente col fiato sospeso

Si è svolto nel pomeriggio dell'11 settembre presso la Prefettura di Forlì un incontro richiesto dai sindacati FIM FIOM UILM e dalla RSU interna sulla situazione del Gruppo ACIS.

Si è svolto nel pomeriggio dell'11 settembre presso la Prefettura di Forlì un incontro richiesto dai sindacati FIM FIOM UILM e dalla RSU interna sulla situazione del Gruppo ACIS (che comprende anche le aziende CISS e Vis Serramenti) di Santa Sofia, e che occupa 228 lavoratori. Una situazione che da diverso tempo sta interessando tutta la val Bidente visto che nella grossa azienda che si occupa di segnaletica stradale lavorano per la maggior parte residenti di Santa Sofia, Civitella e Galeata.

"Come FIM FIOM UILM, raccogliendo le giuste preoccupazioni dei  lavoratori, abbiamo richiesto con urgenza questo incontro perché restano al momento inattuati gli accordi raggiunti, firmati e approvati dai lavoratori che disciplinano i numeri e le condizioni del passaggio dei lavoratori oggi dipendenti Acis e Ciss alla neo-costituita Vis Mobility, società che dovrà proseguire le attività del Gruppo" si legge in una nota congiunta dei sindacati.

Il 16 luglio scorso si dava per imminente il passaggio dei lavoratori alla nuova società, ma ciò non è avvenuto. "Questo, così come il perdurare della situazione di ritardo nei pagamenti delle retribuzioni (anche se l’azienda ha dichiarato di aver pagato a tutti i lavoratori la mensilità di maggio 2012) hanno creato una situazione di incertezza ormai divenuta insostenibile per le lavoratrici ed i lavoratori" dicono ancora Fim Fiom e Uilm

"Con l’incontro di ieri come FIM FIOM UILM e RSU abbiamo chiesto innanzitutto il rispetto degli impegni assunti, serietà e trasparenza, e un ruolo attivo delle Istituzioni locali (all’incontro erano presenti, oltre al Prefetto, il Sindaco di Santa Sofia e gli assessori al lavoro della Provincia e di Santa Sofia). L’azienda, tramite il proprio amministratore delegato, nel riconfermare quanto previsto dagli accordi sottoscritti, ha informato le Organizzazioni Sindacali e le Istituzioni locali sullo stato della trattativa con un partner industriale, che dovrà entrare nell’assetto societario di Vis Mobility, confermato anche da formale lettera di manifestazione di interesse, in possesso dell’azienda".

"Dal momento che l’azienda ha comunicato che nei prossimi giorni le trattative con il partner industriale procederanno verso la definitiva conclusione, il Tavolo Istituzionale è stato aggiornato a mercoledì prossimo 19 settembre alle ore 18.00 sempre presso la Prefettura di Forlì. A seguito di tale incontro, per fare il punto sulla vertenza ed assumere decisioni, il giorno 20 settembre dalle ore 16.00 alle ore 17.00 sarà convocata in fabbrica l’assemblea di tutti i lavoratori del Gruppo" si conclude la nota.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento