rotate-mobile
Economia

Legacoop Agroalimentare Nord Italia: il forlivese Cristian Maretti è il nuovo presidente

Maretti prende il posto che per 9 anni è stato di Giovanni Luppi, attuale presidente nazionale dell’associazione.

Il forlivese Cristian Maretti, 46 anni, laureato in Scienze Agrarie, è il nuovo presidente del Distretto Nord Italia: “Ringrazio per la fiducia accordatami e mi impegno a continuare quello che come Direttore avevo già iniziato perseguendo le linee strategiche dell’innovazione e dell’internazionalizzazione come capisaldi per una crescita responsabile dell’associazione". Maretti prende il posto che per 9 anni è stato di Giovanni Luppi, attuale presidente nazionale dell’associazione.

"Ho cominciato a frequentare le stanze di legacoop negli anni 80 e dopo tanto tempo credo ancora che la forza della cooperazione siano le persone che la compongono. Ci possono essere visioni diverse e contrastanti, ma il nostro principale obiettivo è sempre quello di migliorare il reddito degli agricoltori, degli allevatori e dei pescatori", aggiunge. I lavori si sono svolti nell’aula magna della Giunta della Regione Emilia Romagna al numero 30 di Viale Aldo Moro a Bologna, alla presenza di un centinaio di cooperatori agroalimentari arrivati dalle regioni del distretto e dell’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca dell’Emilia Romagna Simona Caselli: "Parlare di Agricoltura in Emilia Romagna è parlare fondamentalmente di cooperazione, per questo ci si aspetta molto dal settore cooperativo, non solo in termini di forze, ma anche di progettualità e capacità di internazionalizzazione".

Il neoeletto presidente di Legacoop Agroalimentare Nord Italia, Maretti, ringraziando i presenti ha sottolineato che "le prospettive delle nostre cooperative sono strettamente interconnesse con la possibilità di innovare i prodotti ed innovare l’organizzazione che determinano le produzioni. I cambiamenti dei consumi e le possibilità di esportare in tutto il mondo sono i pivot attorno ai quali organizzare filiere, e progetti nuovi. Sarà fondamentale poter contare sull’affermazione e la forza dell’alleanza delle cooperative italiane. Ne sentiamo il bisogno in Europa, ne sentiamo il bisogno a Roma, ne sentiamo il bisogno per poter dare un nuovo impulso all’organizzazione del mondo agricolo.”

Nel corso dei lavori è stato proiettato il video istituzionale dell’iniziativa sulla storia della cooperazione dell’Emilia Romagna, presentato il 18 settembre scorso ad Expo e come primo atto del nuovo presidente c’è stata la firma della Carta di Milano a significare l’importanza di questo lascito della manifestazione espositiva di Milano che la cooperazione italiana ritiene di condividere pienamente e che non mancherà di sostenere nelle proprie attività dei prossimi anni, al fine di dare compiutezza allo slogan “nutrire il pianeta, energia per la vita”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legacoop Agroalimentare Nord Italia: il forlivese Cristian Maretti è il nuovo presidente

ForlìToday è in caricamento