menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cte ordina il trasferimento, gli operai occupano la fabbrica

E' giunta la comunicazione da parte della CTE del trasferimento a decorrere dal 1 gennaio 2013 di tutto il personale attualmente occupato a Bertinoro nelle sedi di Rovereto (TN) e Rivoli Veronese (VR)

Dopo che nella giornata di venerdì scorso le trattative sulla crisi del Gruppo CTE, che ha dichiarato la volontà di arrivare alla chiusura dello stabilimento di Bertinoro (ex Bizzocchi), si sono interrotte a fronte di una proposta ritenuta offensiva dalle Organizzazioni Sindacali e dall’assemblea dei lavoratori, martedì è giunta la comunicazione da parte della CTE del trasferimento a decorrere dal 1 gennaio 2013 di tutto il personale attualmente occupato a Bertinoro nelle sedi di Rovereto (TN) e Rivoli Veronese (VR). "Tale comunicazione di trasferimento appare come una ritorsione, perché in questo modo un’azienda che punta a chiudere lo stabilimento di Bertinoro con il conseguente licenziamento della quasi totalità del personale avrebbe la possibilità di licenziare per assenza ingiustificata i lavoratori che non si presentassero nelle nuove sedi a 300 km dal territorio" si legge in una nota dei sindacati.

"Immediata è stata la risposta dei lavoratori della CTE di Bertinoro che hanno proclamato, insieme alla RSU aziendale e a FIM FIOM UILM di Forlì, lo sciopero ad oltranza con il presidio dell’azienda, al fine di impedire il trasferimento di macchinari ed automezzi, e per ottenere in una trattativa vera le risposte attese dai lavoratori. I lavoratori fanno appello alle Istituzioni, alle organizzazioni della società civile, ai movimenti e ai partiti perché intervengano contro una scelta intollerabile socialmente e perché sia fatto tutto il possibile per difendere il patrimonio industriale del territorio".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento