rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Economia

Dal gioco da tavolo 2.0 all'app che mappa le condizioni delle strade: Coopstartup Romagna premia le nuove idee

Tra le idee cooperative vincitrici progetti culturali, rivolti al teatro e al mondo Lgbtq, startup tecnologiche per l'uso innovativo degli smartphone, la produzione di proteine animali e il gioco a distanza, agenzie di comunicazione ed e-commerce a chilometro zero

Sessantatremila euro per la costituzione di nuove cooperative in Romagna. È questa la cifra che si sono divisi i progetti che hanno vinto l’edizione 2021 di Coopstartup Romagna, il progetto di promozione di nuova impresa cooperativa organizzato da Legacoop Romagna, Coopfond e Coop Alleanza 3.0. Tra le idee cooperative vincitrici progetti culturali, rivolti al teatro e al mondo Lgbtq, startup tecnologiche per l'uso innovativo degli smartphone, la produzione di proteine animali  e il gioco a distanza, agenzie di comunicazione ed e-commerce a chilometro zero. La cerimonia di premiazione si è tenuta giovedì all’ex Macello di Cesena (via Mulini 25) in un’iniziativa  pubblica organizzata in collaborazione con Generazioni, il network di cooperatori under 40 di Legacoop Romagna. 

La commissione di valutazione ha deciso di assegnare in totale 6 premi: i tre ordinari da 12mila euro se li sono aggiudicati Sillaba, SpazioGru e Vaigo. Lo speciale “Campus Romagna spin-off” da 12mila euro è stato invece attribuito a UrbanAI e i due supplementari da 6mila euro a L’Agricolo e Tiresia. Inoltre, nella stessa occasione è stato consegnato a Dapidus un settimo riconoscimento da 3mila euro, il premio StartUp Day Unibo. "Il bilancio del lavoro fatto in questi quattro anni - spiega il responsabile del progetto Emiliano Galanti - è molto positivo. Abbiamo avuto più di 100 progetti presentati e coinvolto oltre 500 persone, giungendo alla costituzione di 12 cooperative. Tra poche settimane presenteremo la quinta edizione, per la quale abbiamo già in mente diverse novità".

Le idee cooperative vincitrici sono; Sillaba, cooperativa di Cesenatico per la gestione di spazi culturali, produzione spettacoli ed eventi; SpazioGru, un progetto culturale proveniente dal territorio di Rimini composta da bar e attività espositive rivolto in primo luogo alla comunità Lgbtq; UrbanAI di Cesena, che ha sviluppato una tecnologia in grado di mappare in tempo reale le condizioni delle strade utilizzando i dati e i sensori di movimento del cellulare; Vaigo di Ravenna, che ha creato una tavola da gioco interattiva per giocare a Go con un avversario virtuale; Tiresia di Forlì, che opera nella comunicazione e organizzazione di eventi e nella promozione della cultura digitale; L’Agricolo di Faenza, che si occupa della produzione di miele, frutti di bosco, olio, frutta e ortaggi e della loro consegna a domicilio, utilizzando la blockchain per tracciare la filiera produttiva. Dapidus di Rimini infine si propone di produrre proteine per alimentazione animale derivate dall’allevamento di larve di mosca

All’edizione 2021 di Coopstartup hanno partecipato 30 idee progettuali, delle quali 15 hanno compiuto il percorso di formazione iniziale. Tutti i progetti premiati avranno l’iscrizione gratuita per un anno a Legacoop Romagna e potranno accedere gratuitamente a servizi di consulenza, di gestione e operativi di Federcoop Romagna per 12 mesi. Inoltre potranno beneficiare della consulenza sul profilo di rischi e prodotti assicurativi alle migliori condizioni di mercato messa a disposizione da Assicoop Romagna, accedere ai prodotti bancari dedicati all’avvio dell’attività? d’impresa garantiti da Bper Banca e ai prodotti finanziari di Coopfond (finanziamenti specifici a favore delle startup e finanziamenti ordinari a sostegno della promozione e sviluppo della cooperazione). 

Alla premiazione, coordinata dal presidente di Generazioni Federico Morgagni e dopo l’introduzione del responsabile Coopstartup per Legacoop Romagna Emiliano Galanti, sono intervenuti il sindaco di Cesena Enzo Lattuca, il direttore di Coopfond Simone Gamberini e il co-fondatore di FairBnb Damiano Avellino, che ha affrontato il tema del cooperativismo di piattaforma. Ha concluso la giornata l’amministratore delegato di Federcoop Romagna Paolo Lucchi. I premi sono stati consegnati dai partner del progetto. Il progetto è stato realizzato con il supporto di Bper, Camera di Commercio Ravenna, Camera di Commercio della Romagna, Federazione delle Cooperative della Provincia di Ravenna, Federcoop Romagna, Assicoop Romagna Futura; in collaborazione con: Alma Mater Studiorum – Università di Bologna; con il patrocinio di: Comune di Cesena, Comune di Forlì, Comune di Ravenna e Comune di Rimini; mediante l’attivazione di partner tecnici quali: Aiccon, Art-Er Area S3, Basement Club, Colabora, Cesena Lab, Cifla, Cise, ExAtr, Rimini Innovation Square, Incubatore Torricelli Faenza, Romagna Tech, Tecnopolo Ravenna, Tecnopolo Forlì-Cesena, Incubatore U-Start Bassa Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal gioco da tavolo 2.0 all'app che mappa le condizioni delle strade: Coopstartup Romagna premia le nuove idee

ForlìToday è in caricamento