Decreto Liquidità, novità per le imprese colpite dall'emergenza: "Cauto ottimismo"

Resta ancora tuttavia da sciogliere il nodo dell’ok da parte della Commissione europea

Con la conversione in legge del Decreto Liquidità sono state introdotte diverse novità per le imprese colpite dall’emergenza sanitaria, tramite gli emendamenti passati in fase di dibattito parlamentare. “C’è un cauto ottimismo con il nuovo articolo 1-bis, secondo cui le richieste di finanziamenti devono essere integrate da un’autocertificazione del titolare d’impresa e la banca non è tenuta a svolgere accertamenti ulteriori rispetto alla verifica formale di quanto dichiarato - spiega il vicepresidente con delega al credito, Alessandro Pesaresi - Già l’ABI, subito dopo la conversione in legge del decreto, ha richiamato la massima attenzione e l’immediato impegno attuativo delle banche: ci aspettiamo quindi tempi rapidi, e in questo senso abbiamo allertato lo sportello credito dell’associazione per assistere le aziende, valutare le singole posizioni e accompagnarle nelle richieste, monitorando l’effettiva accelerazione dell’iter”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Resta ancora tuttavia da sciogliere il nodo dell’ok da parte della Commissione europea: la norma che consente di aumentare fino a 30 mila euro i prestiti garantiti dallo Stato e di allungarne la scadenza da sei a dieci anni non è infatti ancora operativa, in attesa del via libera da Bruxelles nell’ambito delle deroghe temporanee rispetto alle regole sugli aiuti di Stato. “Un passaggio formale, ma che nella sostanza non consente alle banche di cominciare a operare: speriamo che questo ultimo ostacolo sia presto superato”, conclude Pesaresi. 
Per contattare lo sportello credito di Confindustria Romagna: 0541-352323 credito@confindustriaromagna.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Non ce l'ha fatta il motociclista tamponato da un'auto: era un volto noto della città

  • Attraversa davanti all'Electrolux, gravissimo un lavoratore investito da un'auto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento