Una delegazione tunisina visita la Confartigianato

Interessante evento venerdì scorso, 01 marzo 2013, presso la sede della Confartigianato di Cesena, dove alcuni esponenti dell''Associazione hanno incontrato una delegazione di 18 rappresentanti di alcune importanti Istituzioni tunisine

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Interessante evento venerdì scorso, 01 marzo 2013, presso la sede della Confartigianato di Cesena, dove alcuni esponenti dell''Associazione hanno incontrato una delegazione di 18 rappresentanti di alcune importanti Istituzioni tunisine (funzionari di diversi Ministeri ed Università), che si trovano attualmente a Bertinoro per il Corso di alta formazione "Governance e sviluppo delle Piccole e medie Imprese in Tunisia". L'iniziativa è promossa dall'Alma Mater Studiorum di Bologna, in collaborazione con il Centro Universitario di Bertinoro, presente all'incontro nelle figure del suo Direttore, Andrea Bandini, e della Coordinatrice del Corso di alta formazione, Michela Schiavi.

Dopo il saluto di benvenuto del Presidente Alessandro Naldi, il responsabile dell'Area Economica Eugenio Battistini e la responsabile dei progetti d'internazionalizzazione Chiara Ricci hanno illustrato lo scenario economico locale e i suoi punti di forza, puntando l'attenzione sulle varie attività e sui progetti che Confartigianato di Cesena sta portando avanti, a supporto delle piccole e medie imprese del territorio.

L'incontro si è svolto in un'atmosfera cordiale, con molto interesse da parte di tutti: molte le domande fatte dei funzionari tunisini, che hanno contribuito a migliorare le linee già definite della cooperazione internazionale tra Italia e Tunisia. Un altro passo importante verso il rafforzamento delle già esistenti relazioni amichevoli fra i due Paesi, nonché un importante passo in avanti per lo sviluppo di potenziali progetti di collaborazione economica tra le piccole e medie imprese italiane e tunisine.

Esplicito l'invito della delegazione tunisina a promuovere concreti investimenti italiani in Tunisia, alla luce anche della nuova "primavera del cambiamento" e al clima di rinnovamento in atto nel Paese. Allo stesso modo e con la stessa determinazione, il responsabile di Confartigianato Cesena Eugenio Battistini ha invitato i funzionari tunisini a rendere partecipe l'Associazione di tutti quei progetti di sviluppo, che potrebbero vedere esplicitamente coinvolte imprese romagnole.

Torna su
ForlìToday è in caricamento