menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Digitalizzazione scolastica, premiate le scuole elementari Saffi e Bersani

Ciascuna delle due scuole ha ricevuto un assegno simbolico di 2.500 euro dalla presidente del Consiglio comunale di Forlì Alessandra Ascari Raccagni

Il nuovo anno scolastico è appena cominciato ed è già tempo di premi. Fra le 20 scuole del territorio servito dal Gruppo Hera in Emilia-Romagna che si sono aggiudicate i 50 mila euro messi in palio nell’ambito del progetto di promozione della digitalizzazione scolastica ‘Digi e Lode’ ci sono due scuole di Forlì: le primarie Bersani di Via Lambertelli 12 e Saffi di viale Spazzoli 67. Ciascuna delle due scuole ha ricevuto un assegno simbolico di 2.500 euro dalla presidente del Consiglio comunale di Forlì Alessandra Ascari Raccagni, alla presenza delle dirigenti scolastiche degli istituti comprensivi numero 3 Barbara Casadei e numero 6 Catia Palli, dei responsabili del Gruppo Hera e di alcune classi di alunni. Il premio servirà ad implementare le dotazioni digitali dei due istituti: nel caso della Bersani con i 2500 euro donati da Hera saranno acquistate due LIM, mentre la Saffi li investirà in LIM e altri sistemi hardware per l’aula di lingue.

“Il progetto continua a raccogliere un ottimo riscontro, siamo soddisfatti, e quindi proseguiamo con l’iniziativa per il terzo anno, estendendolo per la prima volta anche a Marche e Abruzzo - commenta Cristian Fabbri, amministratore delegato Hera Comm -. Con Digi e Lode si è attivato un circolo virtuoso che incentiva lo sviluppo dei comportamenti digitali nei nostri clienti e allo stesso tempo contribuisce a potenziare le dotazioni digitali delle scuole delle nostre comunità di riferimento. Solo lavorando insieme, azienda e comunità locali possono generare nel lungo termine un impatto ambientale e sociale tangibile e misurabile. Invitiamo quindi tutti i nostri clienti a continuare a partecipare numerosi al progetto”.   

Come funziona Digi e Lode

L’iniziativa ha l’obiettivo di contribuire alla digitalizzazione delle scuole. Attivando servizi digitali messi a disposizione gratuitamente dall’azienda (come la bolletta elettronica, l’iscrizione ai Servizi Online o le app My Hera, il Rifiutologo e l’Acquologo), i clienti di Hera concorrono a costruire una classifica per fare vincere alle scuole del territorio servito le somme messe in palio dalla multiutility e destinate a finanziare progetti di digitalizzazione scolastica. I progetti vengono poi scelti in autonomia dagli istituti con l’obiettivo di dotarsi di strumenti innovativi sempre più necessari per sviluppare competenze in grado di affrontare i veloci cambiamenti che caratterizzano il mondo di oggi.

Il meccanismo di Digi e Lode è semplice. Ogni volta che un cliente attiva uno o più servizi digitali messi a disposizione gratuitamente da Hera (bolletta online, domiciliazione bancaria, iscrizione ai servizi online, app interattive per gestione utenze, raccolta differenziata e servizio idrico, senza dimenticare l’autolettura digitale), concorre a incrementare un punteggio che viene ripartito tra le scuole del suo Comune. Per il cliente, inoltre, è possibile scegliere la scuola cui attribuire il punteggio acquisito, attraverso l’indicazione direttamente sul sito web dedicato all’iniziativa https://digielode.gruppohera.it/, e in questo modo i punti acquistano un valore maggiore, venendo moltiplicati per 5 volte.

Le attivazioni di servizi digitali

Nello scorso anno scolastico, Digi e Lode ha totalizzato, complessivamente, circa 300mila comportamenti digitali attivati dai clienti Hera che, sommati agli oltre 200.000 della prima edizione, arrivano a superare i 500.000. Tra questi, nella passata edizione, sono state oltre 86 mila le richieste per l’invio elettronico della bolletta, che apporta anche un significativo beneficio per l’ambiente, segnando un +65% rispetto a settembre 2018, e più di 56.000 le iscrizioni ai servizi online, +61%. Inoltre, sempre nello stesso anno scolastico, l’app del Rifiutologo è stata scaricata quasi 60.200 volte e circa 71 mila l’app MyHera che aiuta il cliente a gestire servizi, forniture e altri aspetti della sua relazione con Hera. Il valore di questa iniziativa non è solo economico ma risiede anche nella costruzione di una collaborazione tra azienda, amministrazioni comunali, scuole e famiglie, in una logica di creazione di valore condiviso. Nell’intero anno scolastico 2018/2019, il progetto ha avuto il patrocinio di 89 Comuni mentre sono quasi 700 le scuole alle quali sono stati associati direttamente i punti da parte dei clienti Hera che hanno attivato un servizio digitale. Una sinergia vincente.

Saffi_Premiazione Digielode-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento