Domenica a Meldola la Giornata provinciale del Ringraziamento di Coldiretti

In questo 2015 proclamato dalle Nazioni Unite ‘Anno internazionale del Suolo’, anche la Conferenza Episcopale italiana e Coldiretti dedicano la Giornata del Ringraziamento al tema 'Suolo, bene comune'. 

In questo 2015 proclamato dalle Nazioni Unite ‘Anno internazionale del Suolo’, anche la Conferenza Episcopale italiana e Coldiretti dedicano la Giornata del Ringraziamento al tema 'Suolo, bene comune'. 

Custodire la fertilità del suolo, prestare attenzione alle destinazioni d’uso della terra, garantire a tutti il diritto di accesso alla terra e alle risorse ittiche e forestali: sono queste le sfide che Coldiretti e la pastorale sociale e del lavoro ricordano nel messaggio diffuso per la Giornata che sarà celebrata, a livello provinciale, domenica 22 novembre alla Chiesa parrocchiale di San Nicolò a Meldola. Qui, alle 11,00 il vicario Monsignor Dino Zattini e il parroco Don Mauro Petrini, celebreranno la Santa Messa di Ringraziamento con l’offerta dei frutti della terra alla quale, sul sagrato della chiesa, farà seguito la benedizione delle macchine agricole e un buffet a km zero aperto a tutti i partecipanti.

“La 'Giornata del Ringraziamento' per Coldiretti – afferma il Presidente Coldiretti Forlì-Cesena Filippo Tramonti – non è solo una giornata di preghiera, è anche un'occasione di riflessione sulla nostra realtà agricola e sulla necessità di lavorare per educare sia alla cura dei frutti della terra, che al consumo consapevole, in particolare quest'anno ci concentriamo sul consumo di suolo facendo nostre le parole con le quali Papa Francesco, nell'Enciclica Laudato si’, ci invita ad ascoltare con attenzione il grido della terra, poiché 'sarebbe sconsiderato chi distruggesse il territorio da cui dipende la propria vita'. Quest’ultimo riferimento – aggiunge Tramonti - si lega anche al messaggio lanciato dalle Nazioni Unite che hanno dichiarato il 2015 Anno internazionale del suolo sottolineando come il suolo abbia una valenza insostituibile in ordine alla produzione di cibo, ma anche per la tutela della biodiversità e per la mitigazione del mutamento climatico. È, dunque, un bene comune fondamentale, come ben sa il mondo agricolo rappresentato da Coldiretti, così profondamente legato alla sua qualità e disponibilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Riapre per pochi giorni il temporary outlet di Flamigni per vendere le scorte di panettoni e pandori

Torna su
ForlìToday è in caricamento