rotate-mobile
Lunedì, 22 Aprile 2024
Economia

"Ormai due giovani su tre pagano con lo smartphone, il mondo del commercio deve adeguarsi"

La chiamano generazione cashless, perché di portare contanti con sé non ci pensa proprio. Sono ragazzi e ragazze under 25, che acquistano e pagano utilizzando sistemi digitali

La chiamano generazione cashless, perché di portare contanti con sé non ci pensa proprio. Sono ragazzi e ragazze under 25, che acquistano e pagano utilizzando sistemi digitali. "Le imprese devono sapere intercettare questa nuova modalità - dice Nicola Biscaglia, 24 anni, presidente dei Giovani Imprenditori di Ascom-Confcommercio Forlì - stando a una stima dell'Osservatorio Innovative Payments del Politecnico di Milano l'uso degli euro cartacei copre il 44% dei consumi, contro il 44% dei contanti". 

"Ci stiamo avvicinando a grandi falcate al pareggio - ragiona Biscaglia - partiamo dal presupposto che i giovani comprano, sia nei negozi fisici che attraverso i siti internet, dunque  i consumi 'ci sono. Dall'analisi del Politecnico di Milano emerge che due giovani su tre pagano con lo smartphone. I pubblici esercizi - ed è in questa direzione che stiamo lavorando come associazione di categoria - devono sapere dare una risposta, anche perché sono gli stessi figli che poi vengono imitati dai genitori. Risulta infatti essere in crescita l'età media di chi paga on-line (da 43 a 45,9 anni)". 

 "I ragazzi non vogliono scegliere - afferma Biscaglia - hanno già scelto. Hanno tutta la vita o quasi nel cellulare. Per questo è necessario che chi fa impresa, ma anche chi offre servizi, faccia in modo che i pagamenti possano essere fatti utilizzando il cellulare. Per noi under 30 è normale pagare solo con App o carta". A livello nazionale i pagamenti digitali sono raddoppiati in cinque anni.

"Non abbiamo un dato locale, ma i nostri associati ci hanno confermato che è in crescita il numero di chi paga col cellulare". Affinché sia possibile farlo ovunque, viene chiesto alle istituzioni "di garantire, attraverso un confronto con le società delle telecomunicazioni, la copertura con la linea internet veloce di tutto il territorio. Non è più pensabile entrare in un'attività del comprensorio e non poter pagare con il proprio telefono perché non è 'tecnologicamente' possibile".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ormai due giovani su tre pagano con lo smartphone, il mondo del commercio deve adeguarsi"

ForlìToday è in caricamento