Electrolux, confronto tra Gruppo e sindacati: analizzati gli effetti del lockdown, ferie confermate

Il coordinamento sindacale ha sottoscritto la proroga fino al 31 ottobre dei protocolli sulle misure di sicurezza e organizzative previste dalle linee guida

Dopo oltre sei mesi, giovedì si è tenuto a Mestre l’incontro del Coordinamento sindacale di Electrolux per discutere della situazione del gruppo sui volumi produttivi e sugli strumenti necessari a soddisfare la domanda in crescita. Il coordinamento sindacale ha sottoscritto la proroga fino al 31 ottobre dei protocolli sulle misure di sicurezza e organizzative previste dalle linee guida. Sono inoltre emersi i dati di mercato: diminuiscono in Europa del 5,1% i volumi di vendita con una perdita dell’8,1% nell’Europa dell’ovest e un dato positivo del 3,4% nell’Europa dell’Est.

In Italia si registra la perdita più importante (-21,4%), seguono poi la Francia e la penisola iberica. Electrolux ha recuperato in tutti gli stabilimenti buona parte dei volumi persi durante la fase del “lock down”, fase nella quale il gruppo ha registrato una crescita significativa delle vendite on-line e un crollo nelle vendite dirette che sono ripartite dalla fine di maggio su tutti gli stabilimenti del domestico.

"Il gruppo Electrolux conferma il 93% dei volumi a budget nel 2020 e chiede la disponibilità negli stabilimenti per garantire il mix produttivo e la tempestività nella consegna; conferma in tutti gli stabilimenti le modalità di fruizione delle ferie come lo scorso anno", informa la Cgil in una nota. I volumi dello stabilimento di Forlì hanno una previsione di 165mila pezzi a fronte di un budget 2020 di 187mila tra forni e piani cottura. A Forlì sono stati assunti 68 contratti a termine, che si aggiungono ai 39 già precedentemente assunti.

"Sono stati sottoscritti per tutto il gruppo Electrolux il verbale di adeguamento degli indici relativo all’erogazione dell’STB il cui conguaglio verrà erogato con la mensilità di luglio - informa la Cgil -. Il coordinamento ha chiesto all’azienda di definire al più presto l’avvio del confronto sul rinnovo dell’integrativo aziendale. Il prossimo 10 settembre il coordinamento sindacale è riconvocato per un aggiornamento sui volumi del 2020 e per una prima previsione dei volumi del 2021".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

  • Guasto al congelatore dell'ospedale, andate perse 800 dosi del vaccino stoccato a Forlì

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • Jovanotti e la lunga battaglia della figlia Teresa contro il cancro: "E' stata pazzesca"

  • Meteo, ondata di freddo in arrivo: "Ma non parliamo di gelo. L'inverno continuerà ad essere dinamico"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

Torna su
ForlìToday è in caricamento