Economia

Electrolux, rinnovate le Rsu. Primo sindacato la Cgil, seguito dalla Uil e dall'Ugl. Fuori dalla rsu la Cisl

La Uilm ha confermato quattri delegati, tre nel Collegio Operai e uno in quello Impiegati, dove ha vinto con 35 preferenze, eleggendo Barbara Cortesi

Si sono svolte tra 13 e 15 luglio le elezioni per il rinnovo della Rappresentati Sindacali dello stabilimento Electrolux di Forlì. ISi segnala un’altissima partecipazione al voto dei lavoratori con un’affluenza dell’83% tra gli operai e del 68% nello stabilimento denotando una forte voglia di partecipazione per l’elezione dei rappresentanti sindacali. La Fiom si conferma maggioranza tra gli operai, ottenendo 295 voti (44.7%), e anche a livello di stabilimento (con 311 voti, pari al 43.1%). La nuova Rsu sarà composta da 5 delegati della Fiom Cgil (tutti operai), 4 delegati della Uilm(3 operai e 1 impiegato) e 3 delegati dell’ Ugl (2 operai E 1 impiegato). Resta fuori dalla Rsu il sindacato Fim-Cisl.

La Fiom

Recita una nota: "La Fiom ringrazia i candidati e tutti i lavoratori che, con il loro voto, confermano la fiducia in un sindacato serio, coerente e determinato: andiamo avanti con l’obiettivo di migliorare le condizioni di lavoro all’interno dello stabilimento. I 5 delegati eletti risultano Guidi Elisa con 97 preferenze, Cinzia Colaprico con 54, Loretta Sabattini con 46, Salvatore Romano con 35 e Fontana Gianluca con 21, a loro va tutto l’incoraggiamento per il complicato lavoro da svolgere nei prossimi anni a tutela dei lavoratori di Electrolux Forlì".

La Uilm

Esulta anche la Uilm che ha confermato quattri delegati, tre nel Collegio Operai e uno in quello Impiegati, dove ha vinto con 35 preferenze, eleggendo Barbara Cortesi. Nel collegio operai, la Uilm si conferma secondo sindacato, eleggendo Sabrina Grassi, Elisa Neri e Maurizio Brancher. Li ringraziamo per la loro instancabile attività a supporto delle lavoratrici e dei lavoratori, anche nei mesi più difficili della pandemia e nelle dure fasi del rinnovo del Contratto Integrativo di gruppo - affermano Luca Francia e Valerio Garattoni -. Per questo importante risultato, ringraziamo tutte le lavoratrici e i lavoratori che si sono recati alle urne in questi giorni, dando un grande esempio di partecipazione democratica". 

L'Ugl

L'Ugl Metalmeccanici ha eletto tre persone (gli operai Francesco Stavale e Paolo Trovini e l'impiegato amministrativo Angelo Spinelli) passando dal 14% del 2014 al 23% e aumentando di 54 preferenze. Stavale è risultato il più votato fra tutte le sigle nella storia dell'azienda con 109 preferenze. Il sindacato ha ottenuto anche un Rls - Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza. "L' Ugl si conferma sindacato in forte ascesa in Electrolux. Siamo molto soddisfatti di aver colto questo storico risultato, a conferma che l'attività sindacale svolta in questi quattro anni a difesa dei diritti del lavoratori, anche nei difficilissimi mesi della pandemia e nelle fasi del rinnovo del contratto Integrativo, è stata apprezzata e ripagata con il voto", commenta Stavale

"Un ringraziamento ai candidati ed ai lavoratori che, con il loro voto, hanno confermato la fiducia a Stavale ed ai colleghi della sigla di categoria" giunge dal segretario nazionale Ugl metalmeccanici Antonio Spera e dal segretario dell'Ugl della Romagna Filippo Lo Giudice: “Il nostro auspicio è che si continuino a migliorare le condizioni di lavoro dei dipendenti all’interno dell'azienda e che si garantisca lo sviluppo produttivo del sito forlivese”.

“Da parte mia e dei colleghi eletti c'è il massimo impegno a svolgere con forza e determinazione anche in futuro l'attività sindacale a tutela dei lavoratori e delle lavoratrici del sito forlivese dell'Electrolux che ringrazio per essersi recati alle urne in questi giorni, dimostrando grande partecipazione e voglia di concorrere alle sorti dell'azienda", conclude Stavale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Electrolux, rinnovate le Rsu. Primo sindacato la Cgil, seguito dalla Uil e dall'Ugl. Fuori dalla rsu la Cisl

ForlìToday è in caricamento