menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Export, al via nuova stagione di rapporti economici con il Vietnam

L'Emilia-Romagna apre una nuova stagione di investimenti, di cooperazione economica, di attività commerciali ed anche di formazione professionale con il Vietnam

L’Emilia-Romagna apre una nuova stagione di investimenti, di cooperazione economica, di attività commerciali ed anche di formazione professionale con il Vietnam. Il panorama imprenditoriale regionale, infatti, sta guardando al Paese asiatico con cui allacciare contatti e collaborazioni sempre più frequenti e stabili. La Regione ha inserito il Paese asiatico, infatti, tra i Paesi target del nuovo programma promozionale 2013.

Sono stati firmati da Ambasciata della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia, Regione e Unioncamere Emilia-Romagna una dichiarazione di intenti e un memorandum operativo che aprono un percorso. A sottoscrivere gli accordi l’Ambasciatore della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia Hoang Long Nguyen, Gian Carlo Muzzarelli, assessore alle Attività produttive della Regione Emilia-Romagna, Patrizio Bianchi assessore regionale Università e ricerca ed il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna Carlo Alberto Roncarati. L’Italia è stato uno dei primi Paesi a riconoscere la Repubblica del Vietnam, e nel 2013 si celebra il quarantesimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra i due Paesi.

L’iniziativa si inserisce quindi nell’ambito di un contesto più ampio di collaborazione tra il sistema Emilia-Romagna e il Vietnam che prevede iniziative a carattere commerciale, istituzionale e di cultura tra cui la “Settimana culturale del Vietnam” a Bologna: dal 3 al 11 maggio, nella Sala Ercole di Palazzo d’Accursio sarà ospitata una mostra per celebrare i 40 anni di cooperazione ed amicizia tra il Vietnam e l’Italia. «Per il sistema socio-economico ed imprenditoriale dell’Emilia-Romagna - ha dichiarato l’assessore regionale alle Attività produttive, Gian Carlo Muzzarelli - il Vietnam è un Paese in forte espansione e con una collocazione strategica nei mercati internazionali, che offre crescenti opportunità di sviluppo e scambi commerciali. Non a caso, il nuovo programma per l’internazionalizzazione 2013 lo ha inserito tra i target principali dell’azione regionale. Oggi si compie un ulteriore passo in avanti, che interessa in particolare le piccole e medie imprese emiliano-romagnole, soprattutto quelle impegnate nei comparti della meccanica avanzata».

Nella dichiarazione d’intenti, la Regione Emilia-Romagna e la Repubblica Socialista del Vietnam hanno riconosciuto “un potenziale per la collaborazione allo sviluppo di attività che promuovano gli investimenti, la cooperazione economica e le attività commerciali congiuntamente gestite, con una particolare enfasi sulle piccole e medie imprese di entrambi i territori”. Per queste ragioni c’è “un interesse condiviso a sviluppare una piattaforma comune per promuovere il trasferimento di tecnologie e la collaborazione in attività di ricerca e sviluppo” in maniera particolare, anche se non solo, nella filiera della meccanica avanzata”.

L’ambasciatore vietnamita Hoang Long Nguyen ha evidenziato che tra «Vietnam ed Emilia-Romagna c’è un rapporto speciale, non da allacciare ma da rafforzare puntando principalmente sulla formazione professionale e sulle tecnologia di qualità». Unioncamere Emilia-Romagna e l’Ambasciata della Repubblica Socialista del Vietnam in Italia hanno siglato, un Memorandum of Understanding che prevede, sempre a servizio delle piccole e medie imprese emiliano romagnole, l’attivazione di un “Desk Vietnam” per tre mesi a Bologna, dall’ 8 maggio al 31 luglio 2013, nella sede di Unioncamere gestito da un esperto vietnamita. Il Desk Vietnamnel continente asiatico.  rappresenterà un punto stabile a disposizione delle aziende regionali interessate a potenziare i rapporti commerciali e di conoscenza con il Vietnam, al fine di cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo di un nuovo mercato strategico per la diffusione dei prodotti emiliano-romagnoli.

«L’attivazione del Desk Vietnam - sostiene il presidente di Unioncamere Emilia-Romagna, Carlo Alberto Roncarati - si inserisce nel contesto delle iniziative del sistema camerale, che a livello territoriale collabora con la Regione per accompagnare le imprese dell’Emilia-Romagna nei mercati emergenti. L’iniziativa risulta inoltre coerente con l’impostazione della nuova rete World pass, presentata congiuntamente a Roma nelle scorse settimane dal Ministero dello Sviluppo economico, dall’Unioncamere e dall’Agenzia Ice. Gli sportelli per l’internazionalizzazione World Pass consentiranno di offrire alle imprese, in raccordo con la Cabina di regia nazionale e con le associazioni di rappresentanza delle imprese, un punto di riferimento più efficiente e coordinato per affrontare le sfide dell’export».

Per quanto attiene il valore dell’interscambio commerciale tra Emilia-Romagna e Vietnam, nel 2011, l’import ha raggiunto quasi 139 milioni e 631 mila euro (soprattutto prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori per quasi 35,5 milioni di euro) e un import di oltre 102,2 milioni di euro (soprattutto macchinari ed apparecchi meccanici, circa 42 milioni di euro). Tra il 2010 e il 2011 l’export Emilia-Romagna e Vietnam è cresciuto del 17%, mentre l’import ha fatto segnare un più 41%. Tra le imprese emiliano romagnole che già operano in Vietnam ci sono: Bonfiglioli, Datalogic, Embassy Freight, Gt Lines, Oltremare, System Group, Cir Food, Wam Group, Sacmi e Cae.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento