rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Economia

Fatturazione elettronica, lunedì nuovo approfondimento con Confartigianato

Lunedì  alle ore 17.30 si terrà un nuovo approfondimento sul tema della fatturazione elettronica ella sede di Confartigianato Forlì in viale Oriani 1.

Lunedì  alle ore 17.30 si terrà un nuovo approfondimento sul tema della fatturazione elettronica ella sede di Confartigianato Forlì in viale Oriani 1. Dopo il partecipato incontro del 15 novembre, che ha visto oltre 130 imprenditori presenti, si è reso necessario replicare l’appuntamento, date le numerose richieste pervenute. Marco Valenti vicesegretario di Confartigianato Forlì spiega “siamo alla decima serata dedicata al tema, dopo i sette incontri realizzati nel comprensorio forlivese, con il responsabile del settore fiscale, Francesco Bandini, stiamo incontrando gli imprenditori di Forlì. Il tema è molto avvertito.” E non solo dagli imprenditori. Continua Valenti “da gennaio 2019 scatterà l’obbligo della fatturazione elettronica tra privati. Un nuovo adempimento al quale Confartigianato, da ormai un anno, ha dedicato il lavoro di una task force confederale con un preciso obiettivo: assistere gli imprenditori in questa rivoluzione e facilitare la loro migrazione verso le fatture digitali. Confartigianato continua a battersi anche in Parlamento per attenuare l’impatto del provvedimento.” Nei giorni scorsi, infatti, ha presentato un pacchetto di emendamenti al Decreto legge fiscale collegato alla legge di bilancio. Le modifiche puntano soprattutto a ridurre o eliminare le sanzioni. In particolare, la Confederazione chiede che siano attenuati gli effetti delle sanzioni per tutto il periodo d’imposta 2019, e non soltanto per il primo semestre 2019. Questo in tutti i casi in cui il ritardo nell’emissione e trasmissione della fattura al sistema di interscambio non incida sulla corretta liquidazione dell’imposta di periodo (mensile o trimestrale), oppure quando la fattura emessa in ritardo partecipi alla liquidazione periodica del mese o del trimestre. Tra le richieste al Parlamento vi è anche quella di rendere facoltativa l’indicazione della data di emissione della fattura elettronica in tutti i casi in cui viene emessa utilizzando il Sistema di interscambio.

Confartigianato sollecita interventi al Parlamento anche sul fronte della trasmissione telematica dei corrispettivi con l’obiettivo di evitare l’entrata in vigore per il 2019 incrementando il credito d’imposta per l’acquisto dei nuovi registratori. Conclude Valenti “ci troviamo di fronte a una rivoluzione, il nostro impegno è alleviare il carico di lavoro che investirà il sistema delle micro e piccole imprese, già toccato dalle numerose novità in tema di privacy e gestione dei rifiuti.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fatturazione elettronica, lunedì nuovo approfondimento con Confartigianato

ForlìToday è in caricamento