menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Ferretti Yachts diventa cinese: a Forlì sbarca la Shandong

La multinazionale con sede a Forlì, leader mondiale nella produzione di yachts, ha concluso positivamente la trattativa con la compagnia cinese Shandong Heavy Industry Group, per salvare il gruppo indebitato per 600 milioni

La Ferretti diventa cinese. La multinazionale con sede a Forlì, leader mondiale nella produzione di yachts, ha concluso positivamente la trattativa con la compagnia cinese Shandong Heavy Industry Group. Una prima intesa era fallita e ora invece si è trovato l’accordo per ridare fiato al gruppo forlivese.

Secondo l’edizione on-line di “Milano Finanza”, uno dei più autorevoli quotidiani del settore finanziario-economico italiano, la  Shandong avrebbe “rilevato il credito in possesso a Oaktree (il 40% del totale) e Strategic Value Partners (18%), e sarebbe pronto a dare il via al progetto di ristrutturazione dell'esposizione debitoria dell'azienda presieduta da Norberto Ferretti in base all'articolo 182 bis della legge fallimentare”. L’accordo avrebbe trovato anche il consenso della Royal Bank of Scotland che detiene il 10% del debito del gruppo.

La holding forlivese è gravata dal peso di un debito stimato in 600 milioni di euro, che sarà affrontato con questa operazione di matrice cinese che prevede, tra le altre cose, un investimento di liquidità di circa 200 milioni di euro.

Tra la Ferretti e la SHIG (uno dei principali gruppi industriali del Paese, tra i maggiori della provincia di Shandong) è stato sottoscritto un mou (‘Memorandum of understanding') che rappresenta un pre-accordo nel quale vengono definiti i termini di un accordo da formalizzare e ufficializzare nei prossimi giorni.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento